CONDIVIDI
iPhone sostituzione batteria

Recentemente si è parlato molto del caso riguardante i cali di prestazione di alcuni device di Apple, legati ad una nuova gestione energetica introdotta dall’azienda. Alla base di tutto ci sono dei report prestazionali, elaborati da John Poole sviluppatore di Geekbeench, che analizzavano le prestazioni di iPhone 6S e iPhone 7. Apple ha prontamente smentito l’ipotesi di un’obsolescenza tecnica programmata e per venire incontro ai propri utenti sostituirà le batterie usurate e non, al solo costo di 29 euro a fronte degli 89 chiesti normalmente. iPhone sostituzione batteria

Modelli interessati

Tale rallentamento, riguardava inizialmente i modelli di iPhone 6, 6Plus, 6s, 6s Plus ed SE a seguito di un nuovo aggiornamento, il 10.2.1, volto ad implementare un nuovo sistema di gestione energetica. Successivamente questa pratica è stata introdotta anche con l’aggiornamento 11.2 nei device 7 e 7 Plus. Apple ha  replicato all’accusa spiegando come il nuovo aggiornamento va a migliorare la gestione delle prestazioni per evitare di gravare più del dovuto sulle batterie. Lo sfruttamento continuo e costante delle batterie, a determinati livelli prestazionali, secondo Apple non fa che aumentare l’usura delle stesse. Vi riportiamo la sua dichiarazione:

“Il nostro obiettivo è offrire alla clientela la migliore esperienza, che comprende le prestazioni complessive e il prolungamento della vita dei loro device. Le batterie agli ioni di litio diventano meno capaci di gestire picchi di corrente in presenza di basse temperature, quando hanno una bassa carica o invecchiano nel tempo. Ciò può determinare l’arresto imprevisto del dispositivo. Lo evitiamo al fine di proteggere i suoi componenti elettronici.”

iPhone sostituzione batteria

Rimedi

Apple alla luce di ciò ha deciso di muoversi in 3 diverse direzioni. Tramite un aggiornamento software renderà visibile lo stato della batteria e come esso sta incidendo sulle prestazioni. Sarà migliorata la gestione energetica e oltre a ciò il colosso permetterà la sostituzione della batteria al prezzo di 29 euro sino al 31 dicembre 2018. iPhone sostituzione batteria

Inizialmente Apple sostituiva solamente a seguito di un risultato negativo postumo ad un test diagnostico. Successivamente ha modificato tali direttive. Ha infatti reso possibile il cambio anche a coloro i quali, posseggono un iPhone con una batteria che abbia dato un risultato positivo al test e per la quale in linea di principio non necessiterebbe la sostituzione. iPhone sostituzione batteria

Come effettuare la sostituzione

Come già precisato sarà possibile la sostituzione solo per i modelli relativi ad iPhone 6 e successivi. In prima battuta basterà collegarsi sulla pagina di supporto Apple, selezionare la voce “iPhone” identificando poi il problema “alimentazione e carica batteria” fatto ciò si procede alla prenotazione della sostituzione presso un centro autorizzato o un Apple Store. In fine si può optare o di portare fisicamente il device nello store (scegliendo l’opzione “portalo con te per la riparazione”) o di inviarlo direttamente ad Apple (tramite corriere scegliendo “invia per la riparazione” ma con i costi per il trasporto a vostre spese).

iPhone sostituzione batteria

Accenni della vicenda

Per chi non avesse seguito la vicenda ecco alcuni accenni di come sia iniziato il tutto. Dopo il report dello sviluppatore di Geekbeench le informazioni si sono diffuse e il caso è divenuto virale. Alcuni utenti non hanno perso tempo agendo tempestivamente tramite delle class-action attivate nei confronti del colosso. Il dubbio creatosi generava l’ipotesi dell’introduzione di una qualche obsolescenza tecnica da parte del colosso, alla base del rallentamento degli smartphone. Le class-action sono state presentate a Los Angeles e Chicago; la prima si basa sul fatto che questa pratica non è mai stata concordata e di conseguenza ne viene richiesta la cessazione. La seconda invece va a sorreggersi sulla lesione delle norme che tutelano i consumatori. iPhone sostituzione batteria

Per altre informazioni continuate a seguirci su Men’s Enjoy.

1 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO