Durante il recente PlayStation State of Play è stato finalmente rilasciato un primo gameplay trailer di Hogwarts Legacy, l’atteso titolo ambientato nell’universo di Harry Potter. Harry Potter peggiori giochi

In attesa dell’arrivo di questo nuovo titolo del franchise, abbiamo deciso di ripercorrere la storia dei videogiochi di Harry Potter. In questo articolo specifico, andremo ad analizzare quelli che a nostro dire sono i peggiori del franchise, mentre nel prossimo analizzeremo quelli che riteniamo essere i migliori.

Bisogna specificare che in alcuni casi si prenderà in esame la versione console e/o PC del titolo, escludendo quindi le varie versioni portatili.

6) Harry Potter: Hogwarts Mystery

Hogwarts Mystery

Harry Potter: Hogwarts Mystery è un gioco di ruolo uscito su dispositivi iOS e Android nel 2018. Il gioco è stato sviluppato da Jam City, nota soprattutto per il loro puzzle game Cookie Jam. Il titolo in questione può essere considerato a tutti gli effetti una sorta di precursore di Hogwarts Legacy, visto che in Hogwarts Mistery potremo creare il nostro personaggio, scegliere la casata di appartenenza e frequentare le varie lezioni mentre un mistero legato alla celebre Scuola di Magia e Stregoneria potrebbe mettere in pericolo il mondo magico.

Il gioco, purtroppo, è pregno di microtransazioni eccessive e invadenti, oltre agli ovvi limiti del sistema per il quale è destinato. Jam City, tramite le microtransazioni, con Harry Potter: Hogwarts Mystery ha incassato ben 110 milioni di dollari solo nel suo primo anno di vita. Se non avete intenzioni di usufruire di questo sistema, armatevi di tanta pazienza se volete portarlo a termine.

5) Harry Potter e i doni della morte – Parte 2

Harry Potter peggiori giochi

I doni della morte – La Parte 2 non è un grande gioco ma, rispetto al suo predecessore, fa vari passi in avanti. Il gioco continua il gameplay da sparatutto in terza persona della Parte 1, ma lo migliora enormemente,.rendendo ogni incantesimo più incisivo, la meccanica della copertina più funzionale e il ritmo più incalzante e grazie al materiale di partenza ricco di azione.

Il modo per selezionare i vari incantesimi, tramite alcune combinazioni di pulsanti frontali, è decisamente più intuitivo rispetto alla ruota di selezione degli incantesimi della Parte 1. Ciò permetteva ai giocatori potevano passare rapidamente da un incantesimo all’altro al volo, rendendo di conseguenze il ritmo più serrato. Nel complesso, I doni della morte – Parte 2 è un gioco difettoso come la Parte 1 ma migliore di quest’ultimo sotto quasi tutti i punti di vista. Longevità a parte, che si aggira attorno alle due ore e mezza.

4) Il libro degli incantesimi e Il libro delle pozioni

Libro degli incantesimi

Dopo lo scarso successo sul Kinect di Xbox, il franchise è passato alla PlayStation 3 con Il libro degli incantesimi e Il libro delle pozioni dove gli accessori PlayStation Eye e PlayStation Move si adattano molto meglio nel simulare l’utilizzo di una bacchetta. I due giochi utilizzano un libro degli incantesimi (chiamato “Wonderbook”) che può essere letto dal PlayStation Eye, mentre il PlayStation Move viene utilizzato come una bacchetta magica.

Questi due elementi rendono i due titoli di gran lunga superiori rispetto a Harry Potter per Kinect (che vedremo dopo) e offrono un discreto divertimento. Il libro della pozioni è leggermente migliore del suo predecessore grazie alla miglior interattività con il Wonderbook, ma in generale entrambi i titoli soffrono di una scarsa longevità, oltre a essere rivolti a un pubblico molto giovane data l’estrema facilità che li contraddistingue.

3) Harry Potter per Kinect

Harry Potter peggiori giochi

Come con la maggior parte dei giochi destinati allo sfortunato sensore di movimento di Microsoft, ci sono momenti sicuramente divertenti in Harry Potter per Kinect. Sfortunatamente il divertimento fine a sé stesso è l’unico aspetto positivo dell’operazione. Harry Potter per Kinect è tutto ciò che vi aspettereste da un titolo Kinect per Xbox 360. Traballante, gameplay ai minimi termini e una varietà di minigiochi che si rivelano una mera scusa per agitarsi di fronte al sensore di Xbox 360 mentre il gioco tenta invano di fare ciò che gli dici.

I Doni della Morte – Parte 1 implementava una terribile modalità bonus legata proprio all’utilizzo del Kinect, e da questo punto di vista Harry Potter per Kinect è un gradino sopra riuscendo a sfruttare leggermente meglio la ormai defunta periferica.

2) Harry Potter e il calice di fuoco

calice di fuoco

Questo gioco fu per molti una grossa delusione ai tempi della sua uscita. Dopo i primi tre titoli della serie che permettevano la libera esplorazione di Hogwarts, Il calice di fuoco semplicemente elimina quanto di buono fatto nei precedenti capitoli della serie optando per delle semplici missioni su binari in stile dungeon crawler. Per quanto sulla carta ciò potrebbe risultare un’interessante variazione sul tema, l’esecuzione trasforma il tutto in un titolo noioso, ripetitivo e dalla longevità risicata.

Il passaggio a una telecamera a volo d’uccello rimuove la consueta sensazione di esplorazione della serie e Hogwarts non è più esplorabile ma saremo chiamati a vivere l’esperienza tramite delle missioni a svolgimento orizzontale che dovremo ripetere più volte al fine di raccogliere abbastanza “Scudi Tremaghi” per sbloccare il livello successivo. Un titolo deludente che, invece di aggiungere rispetto ai precedenti capitoli, ha tolto.

1) Harry Potter e i doni della morte – Parte 1

Harry Potter peggiori giochi 3

Chiunque abbia visto il film su cui è basato questo gioco saprà che c’è molto poco materiale che può essere adattato in forma di gameplay. I doni della morte – Part 1 è un gioco atroce, che segna il momento in cui EA ha deciso di portare la serie di Harry Potter nel territorio degli sparatutto in terza persona con il sistema di copertura.

Poiché la Parte 1 è ambientata principalmente in ambienti di campeggio, il team di sviluppo EA Bright Light ha dovuto ingegnarsi nel creare situazioni adatte per questo nuovo genere. Il risultato? Non solo è il peggior gioco di Harry Potter, o uno dei peggiori sparatutto in terza persona,.ma è anche uno dei peggiori giochi della storia videoludica. Oltre ai problemi tecnici e di gameplay,.il gioco è così rotto che è possibile ignorare ogni nemico e correre attraverso la mappa, cosa che permetterà di completare molti dei livelli. Il punto più basso toccato dalla serie.

E voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere con un commento e continuate a seguirci su Men’s Enjoy! Harry Potter peggiori giochi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui