CONDIVIDI
Malanni autunnali arrivano

Con l’avvento dell’autunno arrivano anche i primi malanni autunnali. Alzi la mano chi, con la diminuzione delle temperatura, non inizi a starnutire o ad avere qualche linea di febbre. Per fortuna, a tutto c’è rimedio, anche per un banale raffreddore. Vediamo insieme quali sono i malanni autunnali più diffusi (e fastidiosi) e come contrastarli. Malanni autunnali arrivano Malanni autunnali arrivano

 

MAL DI GOLA.

Malanni autunnali arrivanoIl mal di gola è generalmente effetto di un abbassamento delle difese immunitarie. Possono essere adoperati sia farmaci antinfiammatori, sia rimedi naturali che eliminano il senso di fastidio nella zona della faringe. Un valido alleato è il miele, che lenisce sensibilmente l’infiammazione. Un altro rimedio “culinario” è il famigerato “latte d’oro”, a base di curcuma e latte di soia. Questa bevanda incrementa notevolmente la produzione di globuli bianchi necessari alla difesa del corpo contro virus e batteri. Malanni autunnali arrivano

 

RAFFREDDORE.

Malanni autunnali arrivanoCon le escursioni termiche caratteristiche dei primi giorni di Settembre è facile avere uno scompenso nell’organismo. Così iniziano i primi starnuti e il naso gocciola senza sosta. Per evitare questa spiacevole sensazione di raffreddamento, è bene rinforzare l’organismo. Innanzitutto è importante fare il pieno di vitamina C, con alimenti quali arance, carote e limoni. Inoltre, occorre evitare sbalzi di temperatura, indossando indumenti a “cipolla”, da poter togliere nelle ore più calde della giornata.

 

ASTENIA.

Malanni autunnali arrivanoUn altro fastidio causato dall’alternanza caldo/freddo è l’astenia. Si tratta di una condizione psico-fisica generalizzata che non favorisce il normale proseguo delle attività lavorative e quotidiane. I sintomi più comuni sono spossatezza, debolezza e scarsa resistenza agli sforzi. Per curarla è necessario evitare alimenti a base di zuccheri, perché l’ipoglicemia aumenta i sintomi. È bene inoltre non uscire nelle ore più calde della giornata e non praticare momentaneamente attività fisica. Anche in questo caso, un aiuto indispensabile proviene dalle piante: rosmarino, zenzero, salvia e rabarbaro aiutano a potenziare ossa e muscoli. Da non dimenticare alcune indicazioni sulla dieta: ferro e potassio ridaranno una carica in più al vostro organismo.

 

DOLORI MUSCOLARI.

Malanni autunnali arrivanoSpesso i muscoli non gradiscono gli alti sbalzi di temperatura. Crampi, formicolii e dolori intercostali potrebbero essere dunque all’ordine del giorno nei mesi autunnali. Il rimedio? Incrementare l’attività fisica, anche con piccoli movimenti di torsione. Una cura efficace proveniente dal mondo della natura è l’olio di canfora, adatto a ridurre significativamente i dolori articolari.

 

CEFALEA.

Malanni autunnali arrivanoCirca il 15% della popolazione soffre di cefalea e la maggior parte sono donne. Il mal di testa può scatenarsi se da un luogo fresco ci spostiamo in uno decisamente più caldo. Anche i luoghi umidi sono considerati una concausa nel provocare questa patologia. Ci sono vari tipi di cefalea: cefalo intensiva se si arresta nella parte frontale del volto, a grappolo se si espande nella zona oculare. Per cercare di vincere su questo fastidioso inconveniente, di solito si adopera la terapia farmaceutica, a base di paracetamolo. In alternativa, si può ricorrere alla digitopressione, per cui i polpastrelli delle dita premono punti nevralgici che causano la cefalea. Altro metodo è l’agopuntura, ideale per distendere i nervi che scatenano i mal di testa.