CONDIVIDI
Outer Worlds switch porting

Un universo tascabileOuter Worlds switch porting

The Outer Worlds, il novello prodotto videoludico ideato dagli autori dei primi due capitoli di Fallout, farà capolino anche sulla console portatile della casa di Kyoto, ovvero Nintendo Switch.Outer Worlds switch porting

La felice notizia è giunta attraverso i comunicati della Obsidian Entertainment, gli sviluppatori del gioco, e della stessa Nintendo.

Il porting del gioco verrà affidato alla Virtuos, la quale si è già occupata di trasporre, sulla console della grande N, di Dark Souls Remastered.

Ambientato in un universo remoto, The Outer Worlds farà vestire, ai giocatori, i panni di un personaggio completamente personalizzabile, che gli utenti creeranno da zero.

Il nostro “avatar digitale” sarà poi chiamato ad esplorare i proverbiali “strani, nuovi mondi” e, nel suo viaggio, potrà interagire con diversi NPC, ognuno con delle specifiche caratteristiche ed abilità.Outer Worlds switch porting

Effetto FarfallaOuter Worlds switch porting

Uno degli elementi cardine della produzione risiederà nelle scelte che il giocatore sarà, inevitabilmente, portato a compiere:

nel corso dei dialoghi, ci sarà la possibilità di decidere come comportarsi e cosa rispondere.
Ogni scelta compiuta, infatti, porterà a delle conseguenze che andranno, come promesso da Obsidian, ad influire in maniera evidente sull’esperienza di gioco.

Outer Worlds switch porting

La parola agli sviluppatori

A tal proposito, Matthew Singh, produttore senior del il gioco, spiega:

“Con questo gioco abbiamo avuto la possibilità di costruire un universo completamente unico, qualcosa che non avete mai visto prima. […] Mentre esplorerete, troverete un mondo gestito dalle aziende: cercherete di scoprire quali motivi ci siano dietro, cosa stanno cercando di ottenere. Scoprirete diverse cospirazioni che potrebbero nascondersi nell’ombra, mentre cercherete di capire cosa sta succedendo davvero in questo mondo.”

Inoltre, per quanto riguarda il gameplay,  Singh ha commentato:

“Noi di Obsidian teniamo fortemente in considerazione le scelte del giocatore e le loro conseguenze. Ci abbiamo dedicato molto tempo, nei nostri giochi – e in The Outer Worlds questa caratteristica è molto presente, per tutto il gioco. Vogliamo che il giocatore abbia davvero la possibilità di guidare la storia e lo facciamo consentendovi di avere una grande flessibilità.Daremo la possibilità di giocare un po’ con il grigio, senza concentrarci su scelte prettamente binarie. A questo punto, qualsiasi azione che per voi potrebbe essere buona, potrebbe avere determinate conseguenze: vi chiederete ‘se facessi questa cosa per questa fazione, cosa succederebbe con al resto del mondo?”

Consiglio spassionato dei developer di Outer Words è quindi quello di ponderare bene ogni singola scelta, e di valutarne attentamente le conseguenze.

Continuate a seguirci su Men’s Enjoy

LASCIA UN COMMENTO