CONDIVIDI
Sesso donna godere

Come fare sesso per far godere la propria donna? Uno spunto ci viene offerto dal celebre romanzo erotico “Grey: Cinquanta sfumature di grigio” raccontate da Christian Grey, scritto nel 2015 dall’autrice britannica E. L. James. È il sequel della celebre trilogia delle Cinquanta Sfumature.Sesso donna godere

Eccovi alcuni passaggi che non potete perdere.

Sesso donna godere<< Striscio lentamente sul letto, in mezzo alle sue gambe. Lei si contorce sotto di me. «Stai ferma» le dico abbassandomi per baciare la pelle delicata dell’interno della sua coscia. Le deposito una scia di baci sulle gambe, sopra gli slip, sul ventre, mordicchiando e succhiando. Lei si dimena. (…) Intingo la lingua nel suo ombelico e continuo il mio piacevole viaggio verso l’alto, assaggiandola. Mi sposto, mi distendo accanto a lei, con una gamba ancora tra le sue. La mia mano volteggia sul suo corpo, oltrepassa i fianchi, la vita, plana sui suoi seni, poi si ferma e vi si appoggia delicatamente. (…) Infilo il dito sotto la coppa del reggiseno e la tiro giù (…) Soffio leggermente sul capezzolo più vicino e con godimento lo osservo indurirsi ed estendersi. (…) Mentre soffio su un capezzolo, mi rigiro delicatamente l’altro capezzolo tra il pollice e l’indice. (…) «Lasciati andare, piccola» mormoro, chiudendo i denti sul suo capezzolo. (…) La bacio (…) e lascio viaggiare la mano lungo il suo corpo, giù fino al pube, sento il suo calore. Faccio scivolare l’indice sotto il pizzo delle mutandine e lo muovo in piccoli cerchi (…) Le infilo un dito dentro e lei urla. È calda, stretta e bagnata e io la voglio. (…) Le premo il clitoride con il palmo della mano… mi spingo giù… mi muovo in circolo. (…) Mi metto a sedere e le strappo via gli slip, poi mi tolgo i boxer e allungo la mano per prendere un preservativo. Mi inginocchio tra le sue gambe, divaricandole sempre di più. (…) «Sto per fotterti, Miss Steele. Senza pietà.» Una sola spinta e sono dentro di lei. (…) «Girati dall’altra parte.» Con una mano scendo lungo il suo corpo, fino all’incavo del ginocchio, poi le apro le gambe finché non sono completamente spalancate di fronte a me. (…) Le afferro i capelli sulla nuca e glieli tiro piano, per tenerla ferma. (…) Con la mano libera mi sposto dalle natiche verso il clitoride e comincio ad accarezzarlo, descrivendo piccoli cerchi. (…) Le mordo gli zigomi. (…) Piano piano le infilo dentro il pollice, ruotandolo e facendo particolare attenzione ad accarezzare la parete anteriore della vagina. (…) Continuo a stuzzicarle il clitoride e inizio anche a entrare e uscire con il pollice. (…) Sfilo il pollice dalla vagina. «Apri la bocca» le ordino, e non appena lo fa glielo infilo tra le labbra. «Assaggia il tuo sapore. Succhia, piccola.» E inizia a succhiarmelo, forte. (…) Mi chino di nuovo su di lei e la prendo per i capelli, così non può muovere la testa. (…) Mi ritraggo un po’ e ruoto i fianchi, poi la penetro di nuovo. Lei geme e si tende nel tentativo di muoversi. (…) Mi ritraggo e poi affondo di nuovo dentro di lei. (…) Aumento il ritmo e lei inizia a fremere. (…) È al limite. «Vieni per me, piccola» grugnisco. Al mio comando, lei esplode intorno a me, travolta dall’orgasmo, gridando il mio nome contro il materasso. Il mio nome sulle sue labbra mi fa crollare. Vengo e mi abbandono su di lei.

LASCIA UN COMMENTO