CONDIVIDI
Videogiochi più brutti

I Videogiochi più brutti di sempre

Su questo sito abbiamo già avuto modo di parlare del peggio che l’industria videoludica ci ha offerto nel 2018 ma, come si suol dire, al peggio non c’è mai fine. Il mondo dei videogiochi ci ha regalato tante perle ma altrettanti pessimi titoli, che nel corso degli anni sono diventati un vero e proprio fenomeno di culto per gli amanti del trash. Ecco quindi una lista dei peggiori giochi mai sviluppati nella storiaVideogiochi più brutti

The Queit Man (2018)

The Quiet manDi The Quiet Man abbiamo già avuto modo di parlare abbondantemente nella Flop 8 del 2018 e nell’articolo riguardante i videogiochi dall’atmosfera cinematografica.

I problemi di questo titolo ormai li conoscono tutti. Gameplay orribile, comparto tecnico aberrante e trama senza né capo né coda. Come ciliegina su questa torta fatta di escrementi troviamo la sordità del protagonista.

Quella che sarebbe potuta essere un’idea interessante è stata implementata in maniera tragicomica. Durante i lunghi filmati recitati da attori in carne ed ossa il giocatore non sentirà nulla, e non ci sarà alcun sottotitolo ad aiutare la comprensione di una trama già sconclusionata di suo.

C’è anche la possibilità di rigiocare il titolo con l’audio dei dialoghi attivo, ma l’unica cosa che il giocatore scoprirà è che il protagonista è un falso invalido, visto che tutti interagiscono con lui come se non fosse sordo! Un disastro.

Alien: Colonial Marines (2013)

Pubblicità ingannevole. Ecco la perfetta descrizione di questa truffaldina operazione commerciale. Perché questo gioco non ha nulla di quanto visto nei vari trailer di presentazione, né nel gameplay né nel comparto tecnico. Videogiochi più brutti

Complice uno sviluppo travagliato, Alien: Colonia Marines è un videogioco fatto con pressapochismo in praticamente tutti i suoi reparti. Graficamente non è nulla di che e presenta diversi bug, la trama è davvero poco interessante, e gli xenomorfi non saranno i veri nemici dell’avventura se non per alcune brevi sezioni.

Inspiegabile come questo gioco sia stato un successo commerciale nel Regno Unito (al primo posto come vendite totali). Se cercate un bel videogioco ambientato nell’universo di Alien provate Isolation, il quale merita davvero.

Rambo: The Videogame (2014)

RamboRambo è un’icona del genere action anni ’80 ma, seppur le premesse ci fossero, non è mai riuscito ad avere una trasposizione videoludica all’altezza.

Questo Rambo: The Videogame non fa eccezione e anzi, è a tutti gli effetti il peggior videogioco dei vari sviluppati a tema Rambo.

Uno sparatutto sui binari che ripercorresse le peripezie di John Rambo sarebbe anche potuta essere un’idea interessante, peccato che la realizzazione sia atroce.

Pessimo il comparto grafico, pessimo il feeling con le armi, pessimo anche il comparto audio. Probabilmente gli sviluppatori avevano speso così tanti soldi per ottenere la licenza dei film di Rambo che, ritrovatisi al verde, non sono riusciti a fare di meglio. Videogiochi più brutti

E questa non è mica una giustificazione, perché se non si hanno i soldi per fare una cosa… basta non farlaVideogiochi più brutti

Ride to Hell: Retribution (2013)

Ride to Hell RetributionSu questo gioco c’è davvero poco da dire. Di base è un titolo che comprende vari generi videoludici, ovvero sezioni in sella sulla propria motocicletta, quick time event, sezioni beat ’em up, sparatutto in terza, personalizzazione del veicolo e fasi gestionali.

Detta così sembrerebbe essere il migliori videogioco mai creato, peccato che ogni singolo elemento sia stato sviluppato con i piedi.

Non funziona nulla in questo videogioco, nemmeno le scene “piccanti”. In alcune fasi il nostro protagonista avrà dei rapporti sessuali con alcune donzelle, peccato che queste scene più che sensuali risultino (involontariamente) ilari, visto che i due copuleranno con indosso tutti i vestiti!

Originariamente, il gioco era stato annunciato nel 2008 per poi essere cancellato nel 2009. Successivamente il progetto fu ripreso in mano dai ragazzi di Eutechnyx e pubblicato nel 2013. Uno di quei casi in cui è meglio lasciar morire un progetto.

Link: The Faces of Evil (1993)

Link The Faces of EvilPensavate che non esistessero giochi brutti dedicati al mondo di The Legend of Zelda vero? E invece sì, esistono!

Seppur questo gioco non sia sviluppato da Nintendo ma da Animation Magic, ciò non giustifica il fatto che ne sia venuto fuori uno scempio. Pessimo gameplay e pessime animazioni (che sono diventate protagoniste di varie Youtube Poop).

All’epoca il gioco fu giudicato abbastanza positivamente dagli esperti del settore ma, con il passare degli anni, è stato giustamente rivalutato in negativo.

Non poteva che essere un fiasco vista anche la console sulla quale girava, ovvero la fallimentare Philips CD-i.

The Legend of Zelda è di Nintendo e solo Nintendo può metterci mano, poco ma sicuro!

Superman 64 (1999)

Superman 64Il Nintendo 64 ci ha regalato grandi capolavori che hanno rivoluzionato l’industria videoludica come Super Mario 64 e The Legend of Zelda: Ocarina of Time. Peccato che la console a 64 bit di Nintendo ci abbia anche regalato quello che è uno dei peggiori videogame mai prodotti.

Un comparto tecnico insufficiente anche per essere uscito su una console degli anni ’90 che supportava le cartucce e non i CD e un gameplay ridicolo e privo di mordente lo rendono probabilmente il peggior videogioco mai pubblicato su Nintendo 64.

Superman, storicamente, non è mai stato protagonista di buoni prodotti videoludici, ma questo è senza ombra di dubbio il peggiore.

Big Rigs – Over the Road Racing (2003)

Big RigsPrendete tutto quello che c’è di buono nei migliori videogiochi dedicati al mondo delle autovetture. Fatto? Bene, sappiate che questo titolo non ha nulla di tutto ciò.

Non c’è alcun tipo di fisica, gli scenari e i palazzi non hanno consistenza e possono essere trapassati come fossero fatti d’aria, i camion sono in grado di salire sulle montagne in retromarcia e le gare non hanno mai davvero inizio visto che gli avversari non si muovono dalla linea di partenza.

Quello stesso anno uscivano giochi come Prince of Persia: le Sabbia del Tempo, Max Payne 2 e Ratchet e Clank 2, per farvi capire!

E.T. the Extra-Terrestrial (1982)

Et videogameQualcuno potrebbe pensare che da un gioco su licenza del 1982 non ci si possa aspettare più di tanto. E invece no, perché a tutto c’è un limite. Questo titolo, ispirato all’omonimo film di Steven Spielberg, è tutto ciò che c’è di sbagliato non solo nell’industria videoludica ma nel genere umano.

È anche difficile dire cosa non vada esattamente, dal comparto tecnico osceno anche per essere sviluppato negli anni ’80 al gameplay incomprensibile. Persino l’E.T. che andremo a controllare non avrà nulla a che vedere con la sua controparte cinematografica.

Il titolo in questione fu talmente disastroso nelle vendite e nelle recensioni che le copie invendute furono seppellite nel Nuovo Messico.

Il disastro per eccellenza e a tutti gli effetti il peggior videogioco mai pubblicato nella storia videoludica.

E voi cosa ne pensate? Quali di questi giochi avete giocato? E quali altri aggiungereste a questa lista? Fatecelo sapere con un commento e continuate a seguirci su Men’s Enjoy! Videogiochi più brutti

LASCIA UN COMMENTO