Passi avanti sulle tecnologie olografiche creato un “Vero” ologramma 3D

1518
0
CONDIVIDI

Vi hanno sempre affascinato le scene dei film in cui l’attore utilizzava degli ologrammi, per elaborare dati, scrivere o comunicare con altri soggetti? E’ naturale gli ologrammi hanno il loro fascino e con il fatto che li ritroviamo ormai quasi in tutti i film di fantascienza, non facciamo più caso alla novità.Ologrammi 3D

Se nei film gli ologrammi sono veramente diffusi, nella realtà la cosa è ben diversa. Infatti sino ad oggi non c’è stata una riproduzione realmente in 3D di un determinato elemento ma, a parte qualche caso fortemente isolato con l’ausilio di potenti strumenti, quelle proiezioni che noi chiamiamo ologrammi sono solo delle immagini 2D che attraverso un gioco di riflessi, ci danno la sensazione di essere in 3D. Ologrammi 3D

Le cose stanno però iniziando a cambiare, infatti alcuni studenti della Brigham Young University, hanno concentrato i loro sforzi sulla ricerca di un modo per creare dei veri e propri ologrammi 3D. La tenacia dei ragazzi ha portato i suoi frutti, infatti sono stati in grado di creare un Ologramma vero e proprio. L’assistente del professore Daniel Smalley, definisce meglio il concetto:

“Potremmo pensare a queste immagini come a degli oggetti stampati in 3D nell’aria”

Che ne dite vi immaginate anche voi a spostare pagine olografiche e tanto altro? Ologrammi 3D
Ologrammi 3D
Vediamo anche come funziona questa nuova tecnologia. Lo strumento attraverso il quale tutto diviene possibile si chiama Optical Trap Display. Questo particolare strumento si avvale dell’uso di laser che rendono visibili delle particelle, le intrappolano e le fanno muovere nello spazio.Ologrammi 3D

Nel video in testata si può ben vedere come la particella si muova a velocità così elevata da costruire, tramite il tracciato delle vere e proprie forme che possiedono un certo volume e quindi 3D. Il tutto può essere effettuato anche su più particelle per la creazione di immagini sempre più complesse. E’ ovvio che sono sempre delle tecnologie sperimentali e ci vorrà un po’ di tempo per perfezionarle e renderle, si spera, fruibili anche ad altri.Ologrammi 3D

Per rimanere informati su questo e tanti altri argomenti, continuate a seguirci sempre su Men’s Enjoy.

 

LASCIA UN COMMENTO