Torino è sicuramente una delle città italiane più affascinati e ricche di miti e misteri. E forse è anche questo uno dei motivi che la rende una delle mete preferite per un soggiorno di qualche giorno.Torino porta inferno

BoostGrammer

Da sempre la città piemontese è stata vista come in lotta tra il bene e il male, tra la luce e l’oscurità. Non è un caso che Torino faccia parte sia del triangolo della magia bianca insieme a Praga e Lione, sia al triangolo della magia nera con Londra e San Francisco.

Se il centro della magia bianca si trova a Piazza Castello presso la Fontana dei Tritoni, quello della magia nera si trova invece a Piazza Statuto ed è rappresentato dal Monumento del Frejus, ma non solo.

La porta dell’infernoTorino porta inferno

Piazza Statuto è sicuramente uno dei luoghi più frequentati dagli abitanti della città, eppure non tutti sanno che essa è intrisa da un profondo mistero. Infatti si crede che proprio Piazza Statuto sia la porta che conduca all’inferno.

Ma dove sta collocata esattamente questa “porta”? Si ritiene che la porta dell’inferno sia rappresentata dal Monumento del Frejus realizzato in occasione della realizzazione del traforo omonimo.

Torino porta inferno

Si tratta di un monumento a forma piramidale, costruito con lo stesso materiale del traforo, e sulla cui sommità si scorge un angelo alato che sta a rappresentare la scienza che trionfa sulla forza bruta incarnata dalle figure in basso.

Eppure in molti hanno dato una chiave di lettura diversa: la statua sulla sommità non raffigurerebbe l’angelo, o meglio raffigurerebbe l’angelo Lucifero che è stato cacciato dal Paradiso per mano di Dio e le figure in basso sarebbero le anime dei dannati dell’Inferno.

A suscitare questa chiave di lettura sono stati lo sguardo dell’angelo rivolto verso il basso e le mani che indicano il sottosuolo. Ecco perchè si ritiene che sotto uno dei tombini della piazza ci sia la porta dell’Inferno.Torino porta inferno

Gli altri misteri della piazza

Tuttavia l’angelo non è il solo elemento che fa pensare a Piazza Castello come la porta che conduce all’inferno. Gli appassionati di mistero hanno individuato altri elementi che possono condurre alla medesima conclusione.

Rimanendo sempre sull’angelo del Monumento del Frejus, in passato sul suo capo si trovava un pentacolo rovesciato che è da sempre considerato il simbolo dell’anticristo e del satanismo. Oggi tale pentacolo non c’è più e non si sa se sia stato rubato o semplicemente distrutto dal mal tempo.

Un altro motivo che spinge Piazza Statuto ad essere la porta dell’inferno è la sua collocazione ad occidente, in prossimità della Porta Decumana. Infatti questa porta anticamente rappresentava la porta del regno dei morti.

E ancora Piazza Statuto era il luogo della “Val Occisorum” ovvero il luogo del patibolo dell’antica Torino dove si eseguivano le condanne a morte. Quindi un luogo legato all’uccisione e alla morte.

Infine un ultimo elemento fa pensare a Piazza Statuto come porta verso gli inferi è l’obelisco geodetico, detto anche Guglia Beccaria. Infatti sulla sommità di tale obelisco si trova un astrolabio da sempre considerato cuore delle forze oscure e della magia nera.

Torino porta inferno

Da una piccola piazza quanti misteri che possono sorgere. Continuate a seguirci su Men’s Enjoy.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui