CONDIVIDI
Facebook riconoscimento facciale

Mark Zuckerberg nel lontano 2012 aveva progettato la funzione del riconoscimento facciale per una maggiore privacy degli utenti.Pertanto, molti gruppi di consumatori americani, preoccupati di veder così lesa la loro privacy, hanno fatto opposizione a questo progetto a tal punto da far rinunciare la realizzazione al suo ideatore.

 

A seguito del caso Cambridge Analytica, Zuckerberg e il suo team di lavori si sono premurati di mettersi in linea rispetto al nuovo regolamento europeo sulla privacy. Dunque, tra i provvedimenti presi: la limitazione delle azioni che gli under 15 possono compiere su Facebook, e il riconoscimento facciale per l’accesso alla piattaforma.

Pertanto, dato lo scandalo suscitato dal caso Cambridge Analytica ,che ha trascinato nel caos Facebook e il suo ideatore Mark Zuckerberg, è stato deciso di riprendere il suo vecchio progetto del riconoscimento facciale.

Quest’ultimo infatti, potrebbe essere la soluzione perfetta per risolvere il problema sollevato dagli utenti di tutto il mondo per la tutela della privacy.

 

Oggi, a distanza di ben sei anni pare sia stata annunciata, insieme al cambiamento di alcune norme sulla privacy  l’introduzione di questa nuova funzione. Non sappiamo con certezza la data che segnerà l’arrivo della novità, ma possiamo anticiparvi che verrà comunicato a tutti gli utenti.

Come funziona il riconoscimento facciale

Il #riconoscimentofacciale, è già attivo con l’ultimo iPhone X, il quale può essere utilizzato posizionando il volto di fronte allo schermo del cellulare.

Pertanto, lo stesso meccanismo di funzionamento dovrebbe essere usato ogni qual volta si voglia accedere al profilo Facebook. Infatti, una volta data l’approvazione a Facebook di poter rilevare la propria faccia, si attiverà la funzione per accedere al social network.

Perché questa nuova funzione dovrebbe tutelare la nostra privacy? Secondo l’inventore di Facebook, il riconoscimento facciale sarà utile a proteggere gli utenti dagli sconosciuti che vogliono rubare foto, trovare immagini in cui l’utente è presente ma non taggato, ecc..

Quando ci sarà l’aggiornamento dell’App e conclusioni

In Europa sembra che già nei prossimi giorni la funzione del riconoscimento facciale per gli smartphone possa essere già attivato. Pertanto, proprio l’Europa sarà quindi la prima a provare questa importante funzione di Facebook e, solo dopo, tale funzione sarà estesa a tutto il mondo.

Facebook riconoscimento facciale

Infine, dato lo scandalo Cambridge Analytica e tutti i problemi sulla privacy svelati e molto altro ancora, pare che ancora vi siano tanti pareri controversi al riguardo.

Tanti utenti, sopratutto i più giovani, pare che siano parecchio positivi e contenti per la novità, altri meno giovani invece più dubbiosi e guardinghi.

 

Staremo a vedere, nell’attesa continuate a seguirci su Men’s Enjoy.

Facebook riconoscimento facciale

Facebook riconoscimento facciale Facebook riconoscimento facciale Facebook riconoscimento facciale

LASCIA UN COMMENTO