CONDIVIDI
Matera capitale cultura

Matera, altrimenti denominata “la città dei sassi”, diverrà Capitale della Cultura europea nel 2019. La scelta è stata designata dall’Unione Europea, che ha aggiornato la lista delle Capitali fino al 2022. Un riconoscimento importante per la città, che riesce a spuntarla su altre città del Bel Paese, come Siena e Perugia. Matera capitale cultura Matera capitale cultura

Matera, con i suoi famigerati sassi e il suo stile romanico e barocco insieme, è stata riconosciuta dall’Unesco nel 1993 Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Vediamo nel dettaglio quali sono gli elementi più affascinanti e curiosi di questa terra così fervente di cultura.

 

CHIESE E LUOGHI DI INTERESSE

Matera capitale culturaI luoghi di interesse più importanti a Matera sono certamente i cosiddetti “sassi”. Si tratta delle fondamenta che costituiscono il centro storico della città. Attraverso delle spelonche risalenti al Periodo del Neolitico, i sassi sono riusciti a suddividere la città in due sezioni: il sasso Barisiano prolunga la strada da nord-ovest, mentre il sasso Caveoso prosegue verso sud. In entrambi i casi, i sassi hanno consentito la formazione di assi viari in epoca medievale. Su di essi, nel corso del tempo, sono sorte Chiese e altri monumenti di pregio.

La più imponente è la Cattedrale di Matera, costruita nella parte più alta della spelonca inframezzata dai due sassi. Un altro edificio di culto importante è Chiesa di San Giovanni Battista, anch’essa in stile romanico. Matera capitale cultura

Per quanto riguarda la parte barocca della città, la Chiesa di San Francesco D’Assisi ne è l’esempio lampante, visibile nell’articolazione della facciata.

Altri luoghi di interesse a Matera sono gli edifici civili, costruiti per lo più in epoca moderna e contemporanea. Il Palazzo Lanfranchi, ad esempio, è uno di questi. Edificato nel XVII secolo, ospita il Museo nazionale di Arte Medievale e Moderna e gli uffici della Soprintendenza della Basilicata. Da non perdere è la Fontana Ferdinandea, costruita nella prima metà dell’Ottocento. A seguito della Seconda Guerra Mondiale, viene trasferita nella Villa Comunale. A tal proposito a Matera non mancano le aree “green”: famosi sono il Parco della Murgia Materana e la Riserva regionale di San Giuliano, limitrofa al fiume Bradano. Matera capitale cultura Matera capitale cultura

 

LE MASSERIE DI LUSSO

Matera capitale culturaSe la vostra intenzione è quella di soggiornare a Matera, potete alloggiare nelle masserie costruite ad hoc. Una fra le più lussuose è la Masseria Fortificata di San Francesco. Inizialmente fu edificata attorno a un’area di difesa, dalla quale era possibile scorgere l’intera valle del Bradano. Successivamente, la struttura è diventata una delle più antiche masserie del mondo. È livellata su due aree, una più storica e l’altra più moderna, completa di piscina. Anche le suite profumano di arte e di storia, come la Deluxe Corte. Dall’arredamento minimalista ed elegante, è resa funzionale grazie all’aggiunta del bagno turco.

Altrettanto elegante e raffinata è la Masseria Torre Spagnola, costruita nel Seicento. Anche questa Masseria era un antico edificio fortificato, con la presenza di archi e volte delimitanti gli spazi.  L’arredamento delle stanze appare talmente immerso nel passato che sembra di essere catapultati in un’altra epoca.

LASCIA UN COMMENTO