CONDIVIDI
Tecnologia Face ID

Secondo un nuovo report effettuato da Reuters, sembra essere emerso che la tecnologia del Face ID, non si vedrà molto presto sugli smartphone androd. La motivazione principale sembra essere legata ai componenti che compongono l’unità ottica della TrueDepth Camera. Tali parti sono infatti prodotte in numero limitato, motivo per cui non ci sono abbastanza componenti da essere venduti ad altri produttori di smartphone.

Mosse di Apple Tecnologia Face ID

Apple ha giocato d’astuzia cercando di anticipare le mosse sul mercato per accaparrarsi la fornitura di tali componenti. La compagnia ha infatti speso la bellezza di ben 390 milioni di dollari per avere la fornitura del sensore VCSEL, uno dei componenti più importanti per la produzione della TrueDepth. Tale somma è stata versata a Finisar, la quale rappresenta solamente una delle tre compagnie produttrici del sensore. Tecnologia Face ID

Tecnologia Face ID

Secondo le previsioni intorno al 2021 si arriverà ad avere circa il quaranta percento degli smartphone con il sistema del Face ID. Molto probabilmente ad implementarlo saranno solamente i top di gamma, secondo Gartener. Proprio la disponibilità delle varie parti con la quale la tecnologia è composta sarà il problema principale. Molti produttori o comunque molte linee produttive che non sono relative ai modelli Flagship delle case di smartphone, rimarranno senza la modalità di sblocco biometrico con il volto.

Implementazioni future

Reuters ha intervistato i produttori dei sensori VCSEL: Viavi Solutions Inc, Finisar Corp e Ams AG. Tutti e tre sembrano essere d’accordo sul fatto che in futuro, la produzione non sarà idonea a fronteggiare la domanda. Si verrà a creare quindi la condizione accennata appena qualche riga sopra e come conseguenza si creerà un vantaggio competitivo da parte di Apple per nulla indifferente. Sicuramente nel corso degli anni entreranno in funzione diverse catene produttive volte a produrre maggiori componenti e a soddisfare maggiormente la relativa domanda. Questo potrebbe però non bastare a fronteggiare il divario competitivo con la grande mela, soprattutto dopo che avrà presentato nel 2019 una nuova versione migliorata del Face ID.

Tecnologia Face ID

Considerazione sulle scelte competitive

Purtroppo c’è anche da muovere una critica ai produttori mobile, che riguarda l’approccio con il quale guardano all’innovazione e alla progettazione dei propri prodotti. Esempio palese è stato il Mobile World Congress appena passato in cui sono stati presentati dei prodotti che riprendevano pedissequamente le mosse fatte da Apple. Ora più che mai sembra che le grandi compagnie di produzione non siano state in grado di partorire delle idee equivalenti o sostitutive a quelle di Apple. Muovendosi clamorosamente in un alquanto “rischioso” band wagon effect, non solo stanno alimentando l’ego del marchio Apple, dopo la scelta di adottare il Notch, ma in modo ovvio e forse scontato stanno giungendo ad una scelta progettuale già calpestata dal colosso, il quale ha preso tutte le precauzioni del caso per poter falciare sul nascere qualsiasi concorrenza che avesse intenzione di continuare sulla stessa direzione.  Tecnologia Face ID

Continuate a seguirci sempre su Men’s Enjoy.

Fonte

LASCIA UN COMMENTO