Lo sapevate che, oltre alla palestra, anche il canottaggio rappresenta uno dei modi migliori per tenersi in forma?

Attrae tanto nella versione all’aperto, quanto in quella al chiuso. Non è un caso, infatti, se a New York trionfano i rowing club, e in Europa si sta diffondendo sempre più questa moda.

I dettagli allenamento canoa palestra

Francesco Stoppa, istruttore federale di terzo livello e formatore in forza alla Canottieri Milano, ai microfoni della Gazzetta dello Sport, ha dichiarato: allenamento canoa palestra

Il canottaggio è sport aerobico e impegna il sistema cardiovascolare. 

Fa bene perché è attività completa, interessa la muscolatura del corpo fino all’80%.

allenamento canoa palestra

In un unico movimento, vengono stimolati insieme i muscoli di braccia, spalle, addome, gambe.

La pratica costante migliora cuore, polmoni, pressione sanguigna, abbassa i livelli di colesterolo e glicemia.

E aiuta a perdere peso senza compromettere ginocchia e articolazioni perché si pratica da seduti. Vogare all’aria aperta libera la mente e fa bene allo spirito“.

Come allenarsi?

L’allenamento, in particolare, è molto basilare. Prevede un riscaldamento per mobilizzare spalle e schiena.

Poi si possono aumentare intensità e velocità, programmare tre sedute a settimana di 30-40 minuti.

La scelta del luogo in cui allenarsi è personale. Non è necessario un corso d’acqua. Si può scegliere anche la palestra con le macchine.

allenamento canoa palestra

In acqua ci sono maggiori difficoltà: remando su un fluido, servono concretezza e prontezza per rimanere in equilibrio.

Il remo-ergometro, dal canto suo, è un ottimo attrezzo per riproporre la vogata.

In Italia, in particolare, ci sono tante società nelle quali è possibile, pagando una quota di iscrizione annuale, usufruire di istruttore, palestra, e… barche.

Il canottaggio non ha limiti di età o sesso – continua Stoppa – Infondata la paura che possa ingrossare i muscoli: anche se sport di resistenza, impegna punti deboli femminili come tricipiti, spalle, addominali, dorso, tonifica i muscoli senza farli lievitare.

E il dopo allenamento è una sensazione di totale benessere. Il consiglio per un percorso perfetto è sulla posizione da assumere: mai sovraccaricare la schiena per non avere problemi a livello lombare“.

D’altronde, in canoa, non si utilizzano le gambe, ma solo la parte superiore del tronco e le braccia.

Tutto questo non fa altro che stimolare la contrazione muscolare, tonificando, appunto, spalle, braccia, colonna, addominali e pettorali.

A patto, però, che ci si faccia seguire da tecnici qualificati, e si mantenga una certa prudenza, nella pratica e nelle uscite.

Se interessati, potete associarvi alla Federazione Italiana Canottaggio (FIC), appoggiandovi a una società sportiva affiliata.

Per maggiori info, andate su canottaggio.org federcanoa.it.

E continuate a seguirci su Men’s Enjoy!

allenamento canoa palestra allenamento canoa palestra allenamento canoa palestra

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui