CONDIVIDI
Calcio Catania sogna B

Castellammare di Stabia, 14 Maggio 2017, il Catania saluta mestamente la sua seconda stagione di fila in serie C. Ci eravamo salutati cosi, con dei play off morti sul nascere e un sogno serie B rimandati per l’ennesima volta. Lo Monaco ha lavorato duramente per consegnare a Mister Lucarelli ( sergente di ferro che ricorda ai tifosi rossazzurri i fasti di Sinisa Mijahilovic, o gli attributi di Zenga) una squadra finalmente di ”categoria”, pronta per affrontare degnamente un campionato lungo e difficile come quello di serie C. Dopo le cocenti delusioni degli ultimi anni,con squadre molli e senza carattere e allenatori con ”poco polso” il Catania ci riprova.Calcio Catania sogna B

Tanti volti nuovi a Torre del Grifo per provare a fare tornare l’entusiasmo tra la calda tifoseria rossazzurra e sopratutto centrare il ritorno in B. Il direttore ha cercato appositamente un allenatore giovane, ma di temperamento, e una Rosa piena di elementi di categoria per centrare il ritorno in B.

Riparte il campionato dei rossazzurri con tante face nuove e speranza tra i tifosi.

Calcio Catania sogna BIn porta è stato confermato l’ottimo Pisseri, in difesa il Catania ha puntato sull’esperienza con gli innesti di Tedeschi e Semenzato e la conferma di Marchese senza dimenticare la linea verde con i volti freschi di Lovric e del giovanissimo Kalifa Manneh (classe 98, solo un omonimia con la più nota attrice Mia ndr.). Difesa puntellata che dovrebbe assicurare tranquillità a Pisseri, una delle poche note liete della scorsa stagione.Calcio Catania sogna B

Passiamo al centrocampo che ha visto gli addii di giocatori deludenti (Scoppa e Di Cecco su tutti). Introducendo il classico mix esperienza-gioventù per rinforzare il vero tallone d’Achille della scorsa stagione. Il ritorno del grande Ciccio Lodi entusiasma i tifosi, cosi come le conferme di capitan Biagianti,Bucolo e Mazzarani tra i più positivi della stagione scorsa. Tra le geometrie di Lodi (e le sue punizioni pennellate), l’agonismo di Biagianti e la fantasia di Mazzarani, Lucarelli parte con un ottimo centrocampo (almeno sulla carta).Calcio Catania sogna B.

In attacco in attesa di definire le questioni Pozzebon/Calil. Il Catania ha finalmente acquistato giocatori di categoria che assicurano gol, agonismo e quel pizzico di ignoranza necessaria in Lega Pro: Curiale e Ripa su tutti, centravanti abituati ai difficili campi della terza serie. Sulle fasce la fantasia e l’imprevidibilità di Andrea Russotto, del purosangue Catanese A. Di Grazia e del talentino scuola Inter Ze Turbo, classe 96 Guineense. Insomma Lo Monaco ha cercato di consegnare a Lucarelli una rosa consapevole del suo valore e, soprattutto, con mentalità e coraggio, veri talloni d’Achille della scorsa annata. Adesso toccherà al mister livornese amalgamare il tutto e riportare la compagine etnea presso palcoscenici che più gli si addicono.

Calcio Catania sogna B. 

1 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO