Days Gone: cosa avremmo visto nel sequel cancellato?

Jeff Ross, director di Days Gone, ha rivelato nuovi dettagli su come sarebbe stato il sequel, ormai cancellato, dell’esclusiva PlayStation 4, condividendo informazioni sulla storia, sul mondo di gioco e sul gameplay.

Days Gone è uscito nel 2019 con un’accoglienza mista da parte della critica e vendite, a detta di Sony, insufficienti. Il gioco ha però attirato un forte seguito, soprattutto dopo una serie di patch per correggere alcuni problemi di prestazioni e bug,.ma non è stato sufficiente per convincere Sony a produrre un Days Gone 2.

Dopo che i fan hanno appreso nel 2021 che non ci sarebbe stato un Days Gone 2, i giocatori PlayStation hanno dato il via a una petizione firmata da oltre 100.000 persone affinché Sony prendesse in considerazione la realizzazione di un sequel. Allo stato attuale delle cose, però, l’editore non ha offerto alcun tipo di risposta ufficiale.

Sebbene sia possibile che il sequel possa arrivare un giorno, Sony ha confermato che lo sviluppatore Bend Studio sta lavorando a una nuova IP open world al momento, anche se i dettagli sul progetto sono pochi.

In un’intervista con ForTheWin, il regista Jeff Ross ha dato parlato di cosa avremmo visto in Days Gone 2. Ross ha evidenziato quanto fosse frustrante non nuotare nel primo gioco e ha detto che sarebbe stato possibile nel sequel. Inoltre ha rivelato come il team avesse pianificato di fornire al giocatore una tecnologia più avanzata, oltre a un mondo di gioco più vivace con orsi che rovistano nei bidoni della spazzatura.

Il regista ha anche affermato che anche la relazione tra Deacon e Sarah sarebbe stata ulteriormente sviluppata, con una forte attenzione alla narrativa e all’esplorazione sulla possibilità che la loro relazione potesse sopravvivere all’apocalisse. Ross ha spiegato:

Avremmo mantenuto una narrativa potente e forte. Avremmo mantenuto la moto, ovviamente. E penso che avremmo ampliato un po’ il tono in una direzione più tecnica, del tipo “Va bene, ora abbiamo tutta questa tecnologia NERO – cosa possiamo farci con essa?” […] Il giocatore avrebbe avuto risorse, una sorta di resti di qualsiasi cosa avesse il governo.

Resta da vedere se i fan potranno giocare o meno a Days Gone 2 un giorno, visti anche che molti giocatori chiedono a gran voce che la serie continui. Un sequel era stato presentato alla Sony ma è stato rifiutato, probabilmente a causa dei dati di vendita al di sotto delle aspettative.

Inoltre, i giochi first party di Sony sono spesso tra i più apprezzati sul mercato, con titoli come God of War, Horizon Zero Dawn e The Last of Us che hanno fissato verso l’alto il livello qualitativo delle esclusive PlayStation. È quindi possibile che la società fosse insoddisfatta delle recensioni contrastanti di Days Gone.

E voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere con un commento e continuate a seguirci su Men’s Enjoy! Days Gone Sequel cancellato

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Condividi l'articolo:

Iscriviti

Popular

Potrebbero interessarti
Related

PlayStation Plus: tutti i titoli in arrivo nel nuovo abbonamento

Il servizio in abbonamento PlayStation Plus di Sony verrà...

PlayStation Plus: ecco la risposta di Sony al Game Pass

Sony ha ufficialmente rivelato come si evolverà il PlayStation...

PS VR2: il futuro della Realtà Virtuale di PlayStation

Il PlayStation VR2 (PS VR2) per PlayStation 5 è...

Bloodborne: il sequel verrà sviluppato da Bluepoint Games?

Un recente rumor suggerirebbe che il team di sviluppo...