Pare che quest’anno la bilancia degli italiani sia sotto guerra e che quindi gli italiani siano tutti ingrassati di almeno un paio di chili in questi due mesi di isolamento, di solito trascorso in cucina a cucinare e quindi mangiare oppure a letto e quindi non muovendosi. Il non poter fare attività fisica ha di certo peggiorato le cose. Lockdown italiani grassi

BoostGrammer

La stima di Coldiretti

I dati dei consumi nazionali di Ismea hanno dimostrato che ci sia stato un considerevole aumento di spesa, oltre il 28% in più rispetto a prima, di alimenti sulle tavole d’Italia.

Il confort food Lockdown italiani grassi

Durante questi due mesi di isolamento forzato gli italiani si sono adagiati sui grassi insaturi, preferendo farine raffinate, panini, pizze, dolciumi vari e oli di semi per friggere. Un aumento esponenziale di oltre il 150& in più di tali prodotti rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Per non parlare anche dell’aumento di consumi di cannabis legale e alcolici, soprattutto vino.

A peggiorare ulteriormente la situazione è stata l’impossibilità di fare attività sportive, portando l’italiano medio a “praticare” una maggiore sedentarietà in casa, riducendo pertanto al minimo ogni sforzo o movimento fisico e favorendo l’accumulo di grasso e l’aumento del perso corporeo.

La fase 2 Lockdown italiani grassi

Con l’inizio di questa nuova fase, il permesso di poter fare passeggiate e allenamenti singoli ha dato il via libera ai runners e ai ciclisti. Essi vedono come unico obiettivo di ripresa non tanto fisica piuttosto psicofisica, quello di perdere i chili di troppo. Ci si invita ad un aumento di legumi, frutta e verdura, tutti prodotti che per fortuna la nostra nazione raramente ne è priva.

I rischi Lockdown italiani grassi

Il sovrappeso mette a rischio la longevità degli italiani, soprattutto se anziani. E pare che in Italia quasi la metà dei cittadini lo è. Una persona su dieci è obesa e la cosa più grave e che tale situazione si manifesta anche tra i bambini e gli adolescenti.

La Coldiretti evidenzia che circa 2 milioni e mezzo di bambini e adolescenti sono sovrappeso, nonostante la fortuna di poter usufruire di un’alimentazione corretta e salutare, come la nostra tanto amata dieta mediterranea.

La stagione preferita

Bisognerebbe approfittare di questo periodo primaverile in cui la natura di lusinga delle migliori tipologie di frutta di stagione come meloni, albicocche, ciliegie ecc.;

Così da combattere l’invecchiamento dell’organismo e favorire lo sgonfiamento dopo l’ozio della quarantena.

Lockdown italiani grassi

Continuate a seguirci sempre qui, su: Men’s Enjoy!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui