Per quanto il 2020 sia stato un anno ricco di titoli di grande spessore, come consuetudine per ogni generazione arrivata al suo culmine, l’anno appena conclusosi ci ha “regalato” anche opere dalla dubbia qualità, tra remake deludenti a giochi tratti da franchise dei quali avremmo volentieri fatto a meno. Non indugiamo quindi oltre ed osserviamo insieme quali sono stati i giochi peggiori del 2020:

BoostGrammer

6) XIII Peggiori giochi 2020

peggiori giochi 2020Lo sparatutto in prima persona targato Ubisoft del 2003 XIII fu per molti anni il classico cult del genere di appartenenza, e la notizia che sarebbe tale titolo avrebbe avuto un remake fu accolta positivamente da tutti i fan dell’opera originale. Il remake di XIII, tuttavia, è il perfetto esempio di come alle volte bisogna stare attenti a ciò che si desidera. L’intelligenza artificiale terribile e le meccaniche shooter davvero blande sono tra i difetti più grandi che mirano il titolo. A ciò si aggiungono una serie di terribili problemi tecnici, molti dei quali rendono il gioco ingiocabile a dir poco, oltre ad una veste estetica che sembra persino meno curata del titolo del 2003. Senza alcun dubbio non avrebbero potuto fare un lavoro peggiore nemmeno se lo avessero fatto apposta.

5) The Elder Scrolls: Blades

peggiori giochi 2020

L’idea di poter giocare ad The Elder Scrolls sullo schermo del proprio cellulare è senza alcun dubbio sbalorditiva, ma subito dopo il lancio dell’accesso anticipato del gioco nel 2019, è diventato fin da subito chiaro che tale idea sarebbe rimasta tale e irrealizzabile. Con il lanciato definitivo di Blades all’inizio del 2020 su dispositivi mobili e Switch, i pessimi presupposti della vigilia sono stati confermati. Gli scontri sono ripetitivi, non gratificanti e di scarsa qualità. Quasi nessuna parte del gioco è divertente da affrontare, e quello che ne è uscito fuori è un gioco che utilizza la sua natura mobile al fine di mascherare tutti i suoi problemi.

4) G.I. Joe Operation Blackout

peggiori giochi 2020

Vista la natura da prodotto su licenza di G.I. Joe: Operation Blackout, nessuno si aspettava davvero che potesse rivelarsi un capolavoro. Se sei un fan che si accontenta di una semplice dose di nostalgia, allora potresti soprassedere a molti dei difetti che minano l’opera. Se stai cercando  invece uno sparatutto in terza persona quantomeno decente, meglio indirizzare i propri risparmi altrove. G.I. Joe: Operazione Blackout ha meccanica shooter scadenti, missioni ripetitive che diventavano noiose molto rapidamente, una veste grafica insipida con ambientazioni poco interessanti e una lunga lista di altri problemi difficili da riassumere in piche righe.

3) Disaster Report 4 Plus

peggiori giochi 2020

A causa di circostanze sfortunate che nessuno avrebbe potuto immaginare, Disaster Report 4 Plus ha subito molti problemi durante lo sviluppo, cosa che ha causato molteplici ritardi. Ciò ha quindi creato troppe aspettative attorno al gioco le quali, alla fine, non sono state ricompensate dal risultato finale in realtà. Aspettative o meno, comunque, Disaster Report 4 Plus è un gioco a dir poco difettoso. Le missioni sono noiose, i controlli terribili e il design è ripetitivo. Tutto ciò si unisce in un gameplay, macchinoso, noioso e al limite della giocabilità, senza parlare dei problemi tecnici dei quali il titolo è pregno

2) Fast and Furious Crossroads

peggiori giochi 2020

Dal momento in cui Fast and Furious Crossroads è stato rivelato per la prima volta ai The Game Awards del 2019, è stato fin da subito chiaro il fatto che al momento del lancio il titolo non sarebbe stato sommerso dagli elogi di critica e pubblico. Da questo punto di vista, l’opera non ha deluso le aspettative, anzi. Fast and Furious Crossroads sarebbe stato un titolo pessimo anche se fosse usciti quindici anni fa, ma la cosa ancora peggiore è che non è nemmeno divertente da giocare. È ripetitivo come pochi altri, i server multiplayer erano già vuoti al momento del lancio, la guida non è per nulla soddisfacente e la storia è ridicola (come gli ultimi film della saga, del resto). Da evitare.

1) Deadly Premonition 2

L’originale Deadly Premonition è un classico esempio di come un gioco possa rivelarsi un successo nonostante sia minato da decine di problemi. Deadly Premonition 2 ha provato a fare esattamente la medesima cosa, ma non si può essere sempre fortunati. Il risultato finale, infatti, vede un gioco che è semplicemente brutto, per colpa soprattutto di una lunga lista di problemi tecnici che rendono il titolo ingiocabile. Si sperava che questo secondo capitolo avrebbe ripreso i punti di forza del predecessore, invece ha preso i suoi punti più deboli.

E voi cosa ne pensate? Quali altri giochi avreste inserito in questa lista? Fatecelo sapere con un commento e continuate a seguirci su Men’s Enjoy! Peggiori giochi 2020

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui