CONDIVIDI
Occhiali smart

Sappiamo che Samsung è entrato nel settore degli occhiali smart seguendo Google che aveva inaugurato l’entrata in questo settore con i Google Glass.

Entrambi però sino ad ora non hanno apportato altro di rilevante in questa direzione e la situazione sembrava essere rimasta in stasi, con i Google Glass belli nell’idea ma molto costosi e poco utilizzati. Infatti a parte aziende altamente specializzate che li usano in minima parte, gli occhiali del colosso non sono stati di appeal per il loro target.

Nuovo logo Occhiali smart

In casa Samsung al di la di quello che si era immaginato sino ad ora, sembra si stia muovendo qualcosa. Proprio in un nuovo documento sono riposte informazioni che lasciano immaginare novità su questo fronte.

Samsung pare infatti abbia avanzato una richiesta di registrazione di un nuovo logo legato al settore e quindi, si spera per nostra curiosità, a nuovi prodotti. Il logo che vi mostriamo subito sotto, è collegato a quanto pare a diverse categorie di dispositivo.

Occhiali smart

“Occhiali Smart, Occhiali computerizzati dotati di camera, computer, display per catturare, processare e visualizzare immagini, Hardware per l’analisi e la configurazione di occhiali per la visione assistita”.

Queste sono le categorie a cui il marchio è legato e sono anche molto interessanti. Tra essi infatti figura anche “hardware per analisi e configurazione di occhiali per la visione assistita”. Può significare tutto e nulla, ma a primo acchito dà l’idea di qualcosa volto a gestire gli occhiali in modo tale da adattarsi a chi lo usa e correggere o “aiutare” nella vista. Occhiali smart

Qualche considerazione Occhiali smart

Facciamo qualche considerazione sulla possibile applicazione di questo tipo di strumenti. Tale genere di prodotti potrebbero avere importanti sviluppi in campo medico per correggere particolari patologie e problematiche in modo non invasivo. In campo militare per assistere i soldati in condizione di luce scarsa o nell’analisi di determinate variabili, quali altezza di oggetti, velocità dei mezzi. Anche nella vita lavorativa potrebbero avere alcuni utilizzi, migliorando l’interazione visiva con l’ambiente attivando automaticamente filtri luce per non affaticare gli occhi o ancora meglio gestire gli altri device in modo “intelligente” tramite i Glass. Occhiali smart

Ma queste forse sono ipotesi che si spingono troppo avanti per il momento. Una registrazione di un marchio teniamo a precisare che non da alcuna sicurezza sul fatto che dietro ci sia un reale prodotto. Occhiali smart

Continuate a seguirci sempre su Men’s Enjoy per questo e tanto altro.

 

 

Fonte

LASCIA UN COMMENTO