Al giorno d’oggi non basta la passione per andare in moto.

Essere un motociclista implica capacità psichiche e fisiche particolari.

Svilupparle è semplice. Basta essere affiancati da una figura specializzata, che possa consigliare la preparazione fisica più adatta. scheda allenamento enduro

Un allenamento che possa contribuire allo sviluppo della resistenza, dell’elasticità e della forza senza esagerare con la massa muscolare.

scheda allenamento enduro

Gli esercizi scheda allenamento enduro

Innanzitutto, per quanto riguarda l’aspetto psicologico, è fondamentale essere affiancati da un mental coach, che lavori per estrarre il meglio in fatto di motivazione e carattere.

Per il fisico, nello specifico dell’amatore, cioè colui che pratica il motociclismo come puro divertimento, servono, però, continuità e metodi mirati.

Si comincia con esercizi di mobilità e flessibilità, utili quando alla guida si assumono posizioni spesso “innaturali” per il nostro corpo.

Si tratta di esercizi di stretching che riguardano i muscoli di gambe, schiena, avambracci e non solo.

Poi è la volta del riscaldamento, un Warm up cardio che serve per ossigenare il corpo e prepararlo allo sforzo fisico della fase successiva.

Si compone di 32 tempi per ciascuno dei seguenti esercizi: skip (saltelli alzando le ginocchia), saltelli portando i talloni verso il gluteo, jumping jacks (saltelli combinati con movimenti delle braccia) e infine saltelli a piedi uniti, tutto ripetuto tre volte.

scheda allenamento enduro

Si entra nel vivo

Fase centrale dell’allenamento è la serie di esercizi a circuito da ripetere per 3 o 5 giri con l’aiuto del TRX, la cinghia d’allenamento che si aggancia alla parete.

Seguono squat al TRX 10rip più 15 secondi di isometria sollevando i talloni; trazioni al TRX, 10 ripetizioni alternando gomiti stretti e larghi più 15 secondi di isometria con movimento destabilizzante.

E ancora: plank con gomiti in appoggio su una Fitball scorrendo avanti e indietro sui gomiti per 10 volte.

Infine, Burpees, ovvero un esercizio multi-articolare con cui si passa velocemente dalla posizione eretta a squat e plank, con otto ripetizioni.

È importante chiudere l’allenamento con una fase di stretching, allungando i muscoli delle gambe, delle braccia e quelli che controllano la postura della colonna vertebrale.

Eseguite questa serie di esercizi con cadenza bi o tri-settimanale.

I vantaggi? Migliorerete sensibilmente la vostra attitudine a guidare la moto senza troppo affaticamento, diminuendo i rischi di cadute dovute alla stanchezza e al calo di concentrazione.

Contratturestrappi muscolari e dolori articolari, inoltre, spariranno progressivamente.

Tra i professionisti a cui potete affidarvi, vi è Veronica Gullotta – come riporta Motoblog – tra i personal trainer più esperti del settore.

Per saperne di più, seguiteci su Men’s Enjoy!

scheda allenamento enduro scheda allenamento enduro scheda allenamento enduro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui