Viaggiare. Un tabù ormai a causa dell’emergenza Coronavirus. Chi deve farlo per studio e lavoro, con l’avvento della Fase 2, può. Ma chi lo faceva per divertimento… divieto assoluto! turismo sessuale mete

BoostGrammer

Il turismo ha subito, così, un duro colpo. Soprattutto quello sessuale. Bangkok ne è la testimonianza.

Botteghe sbarrate turismo sessuale mete

Il quartiere a luci rosse è deserto. Negozi completamente chiusi per la paura di un possibile contagio, o semplicemente perché non si è riusciti a sopravvivere alla crisi.

E pensare che, di solito, i “locali di intrattenimento” guadagnano circa 6,4 miliardi l’anno. Ma le “lavoratrici del sesso“, seppur tollerate, svolgono una mansione non riconosciuta formalmente, e per questo destinata a essere esclusa dal piano d’emergenza approntato dal governo della Thailandia, che prevedrebbe 5mila baht (circa 150 dollari) per i disoccupati, per i prossimi sei mesi.

turismo sessuale mete

Il settore in questione, pertanto, sta subendo gravi perdite se si pensa che le aperture di night club, bar e saloni massaggi sono state sospese. E vi è un coprifuoco dalle 22 alle 4 del mattino, tutti i giorni.

Molte ragazze, così, hanno deciso di tornare a casa in attesa che finisca l’emergenza. Altre, invece, per ragioni economiche, hanno preferito spostarsi per strada, dove il rischio di ammalarsi, però, è maggiore.

Le testimonianze

Alcune prostitute transgender, ad esempio, raccontano: “Ho paura del virus, ma devo trovare dei clienti per poter mangiare e pagare la mia stanza d’albergo. Le entrate sono state azzerate. Siamo povere.

Il governo è stato davvero lento. Non si preoccupa di chi, come noi, lavora nell’industria del sesso. Abbiamo più paura di morire di fame, che del Covid“.

turismo sessuale mete

Tante, poi, sono anche madri, costrette a trovare un’occupazione alternativa ai bassi salari percepiti dai laureati.

Non a caso, il gruppo di sostegno Empower Foundation ha scritto allo Stato una lettera aperta, in cui chiede più sostegno per i lavoratori che hanno perso i loro guadagni.

Siete d’accordo anche voi? Cosa pensate? Diteci la vostra con un commento, e continuate a seguirci su Men’s Enjoy!

turismo sessuale mete turismo sessuale mete turismo sessuale mete

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui