CONDIVIDI

Tutti sappiamo come Google abbia effettuato un grosso cambio di direzione dismettendo i vecchi Nexus, per introdurre la nuova linea premium dei Pixel. Per gli utenti questo non è stato sicuramente indolore, considerando che anche se le prestazioni sono generalmente aumentate, sono lievitati a dismisura anche i prezzi toccando le vette dei mille euro. A parte ciò forse ancora più determinanti saranno gli apporti all’interno del team di sviluppo. Manu Gulati infatti sembra approderà nell’ecosistema di ricerca di sviluppo Google. Google assunzione Manu

New entry in Google

Gulati è una personalità di rilievo che è stato determinante per lo sviluppo del processore Apple a partire dall’iPhone 4. La notizia sarebbe pervenuta sul Web direttamente dal suo profilo LinkedIn. Molto probabilmente non sarà un caso isolato e anche altre personalità più o meno conosciute potranno approdare in futuro in Google. A questo proposito infatti sono diverse le postazioni di lavoro ancora da colmare all’interno del colosso. Google assunzione Manu

Google lavoro

Gulati come accennato ha contribuito alla creazione del Chip A4 di Apple, inizialmente integrato nel iPhone 4 e nel primo iPad; successivamente è stato installato anche negli Apple Watch, iPod Touch e Apple Tv. Ha inoltre ben 27 anni di esperienza sulle spalle ha lavorato per quasi dieci anni in AMD e altri nove in Broadcom. Il salto di qualità è stato effettuato con l’approdo nel team Apple nei quali ha trascorso quasi otto anni, ed ora si appresta a fare un altro cambio di fronte per lavorare con la grande G. Google assunzione Manu

Questo già fa ben intendere che Google voglia competere con gli altri avversari anche su lato processori, molto probabilmente ideandone uno ad Hoc per i suoi device. Sino ad ora i suoi Smartphone sono stati gestiti da un chip fatto da Qualcomm che comunque ha saputo garantire un’eccelsa ottimizzazione e altrettanto ottime prestazioni. Google assunzione Manu

Vantaggi di un proprio chip

Nella creazione di un proprio chip di certo ci sono pro e contro. Da un lato infatti ci sono degli ingenti investimenti iniziali, i quali devono essere poi successivamente recuperati. Una volta fatto ciò, si evita un costo non indifferente da pagare a Qualcomm. Dall’altro lato si può giustamente ipotizzare che i nuovi chip costruiti su misura per i prodotti di Google, riescano a sfruttare al meglio le loro caratteristiche. Google assunzione Manu

I nuovi device si stanno muovendo su dei livelli sempre più alti come l’intelligenza artificiale o la realtà virtuale. Sono delle direzioni da percorrere e dal quale non ci si può astenere se si vuol essere competitivi sul mercato. Un chip proprio permetterebbe di avere quel grado di personalizzazione tale da avere uno sprint in più sul mercato. Google assunzione Manu

 

LASCIA UN COMMENTO