Avete mai pensato che potessero esistere dei veri e propri bancomat destinati ai Bitcoin?

Adesso l’utopia è pronta a diventare realtà grazie a Federico Pecorarobancomat bitcoin

I dettagli bancomat bitcoin

Trentaquattro anni, originario di Bordighera in provincia di Imperia, il giovanissimo esperto in materia era rimasto affascinato dal white paper di Satoshi Nakamoto, tanto da studiarne la materia e farne un business.

bancomat bitcoin

Nel 2013 – racconta – ho preso un aereo e sono andato a Las Vegas a conoscere i ragazzi di Robocoin, la società che produce bancomat per i bitcoin.

Ho comprato due bancomat a 18mila euro l’uno. Mia madre mi ha detto che ero pazzo.

Oggi ho 10 bancomat in tutta Italia, di cui 8 operativi, che hanno transato negli ultimi 6 mesi 2 milioni di euro“.

Come funzionano?

Non tutti i comuni mortali, però, sanno di cosa si tratta, e soprattutto come funzionano questi innovativi marchingegni.

Pecoraro lo spiega: “Inserisci i soldi, da 5 a 3mila euro, e in 60 secondi ti viene accreditata la criptovaluta.

Per fare una transazione bisogna passare attraverso quattro fattori di identificazione.

Numero di telefono, one time password, cioè la password usa e getta, documento fronte-retro, selfie del viso che viene confrontato con il documento di identità.

Entro 30 secondi sei registrato e puoi comprare i bitcoin da qualunque bancomat in Italia.

Poi se hai un portafoglio di criptovalute puoi acquistare utilizzando il tuo QR code“.

I risultati

In questo modo, Federico guadagna sulle commissioni, che vanno dal 5 al 7% del transato.

bancomat bitcoin

Inoltre, sta lavorando a un secondo progetto di hybrid exchange, per comprare attraverso un bonifico in 4 semplici clic.

Un successo collettivo, destinato a uscire fuori dai confini italiani quello della sua azienda, che oggi si chiama Chainblock.

Andare in Parlamento a presentare come funzionava e fare una società in un settore nuovissimo è stato affascinante – ammette.

In più mi sono dovuto confrontare con la Banca d’Italia, le varie istituzioni e le forze dell’ordine“.

Un esempio vivente di come nel nostro Paese non mancano talenti che possano contribuire allo sviluppo dell’economia e della società.

Sta a noi, però, evitarne la fuga, e usufruirne nel migliore dei modi.

Continuate a seguirci su Men’s Enjoy!

bancomat bitcoin bancomat bitcoin bancomat bitcoin

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui