Riaperture imminenti? Coronavirus calendario riaperture

Il 4 maggio si dovrebbe concludere la fase 1 dell’emergenza sanitaria legata al Coronavirus ma, se l’andamento dei contagi rimane stabile e in decrescita, l’inizio delle prime aperture potrebbe avvenire già dalla seconda metà del mese di aprile. Dopo l’annuncio delle attività commerciali che hanno il via libera dal 14 aprile, la prossima data che si attende è quella del 18 aprile, giorno in cui il premier Giuseppe Conte potrebbe annunciare la riapertura di alcune aziende agricole e industrie (non tutte). Poi sarà la volta di un graduale allentamento delle misure di restrizione per i cittadini, poi della riapertura dei tribunali, delle attività di ristorazione, dei centri sportivi in estate e solo a settembre del ritorno tra i banchi di scuola.Coronavirus calendario riaperture

Coronavirus calendario riaperture

Ipotesi da non sottovalutare

Si tratta di ipotesi, ma il governo è già al lavoro sulla cosiddetta Fase 2, quella che consentirà al Paese di ripartire e ritornare seppur lentamente a una nuova normalità.In questi giorni circola una bozza iniziale del probabile calendario con le date di riapertura di tutti i settori. Calendario che parte dalla seconda metà del mese di aprile e arriva fino a settembre. Il calendario, però, è stato smentito e si tratterebbe di ipotesi che non corrispondono alla realtà.

Il ministero della Salute ha infatti invitato a non fidarsi delle notizie non ufficiali che circolano in rete. Tutto, in questo momento, si gioca un sottile equilibrio, quello tra l’esigenza economica di imprese e famiglie e la sicurezza e la salute della cittadinanza. Ancora non ci sono certezze, ma sul tavolo dell’esecutivo ci sarebbe un piano di riaperture modulate e progressive per superare l’attuale lockdown prorogato fino al 3 maggio dall’ultimo decreto firmato lo scorso 10 aprile.

In una video conferenza, il premier si è confrontato con il comitato tecnico-scientifico a cui ha chiesto di elaborare proposte da offrire al Governo per il progressivo e graduale ritorno alla normalità con riguardo alle più generali relazioni di comunità. Per quanto possibilmente false, al momento, la bozza del calendario circolata in rete con le riaperture genera un dibattito su quali potrebbero essere gli step. Li pubblichiamo ricordando di attenersi alle infomazioni dei canali istituzionali del Governo.

Calendario riaperture

Questo il testo circolato nelle scorse ore, su cui il governo ha frenato. 

FASE 1
•14 Aprile riapertura librerie e cartolerie
•18 Aprile riapertura aziende agricole e industriali

FASE 2
•4 maggio Libera circolazione ma con obblighi da mantenere. Fra questi soprattutto mascherine e manteninento della distanza di sicurezza.

•4 maggio riapertura dei negozi tessili, di arredamento e d’abbigliamento con ingressi scaglionati, file lunghe e prenotazioni (no centri commerciali).

•11 Maggio riaperture di tribunali e studi professionali

•18 Maggio BAR E RISTORANTI ed altre attività di ristorazione con distanze da rispettare

•25 Maggio Parrucchieri e Barbieri con obbligo mascherina, ingressi singoli.

•31 maggio ripresa del campionato di calcio e degli altri sport collettivi.

8 Giugno Riapertura dei centri sportivi ma solamente per sport individuali o lezioni con basso assembramento.

FASE 3
•SETTEMBRE Riapertura delle scuole superiori con divisione di turni e lezioni online, ancora da decidere per quanto riguara le scuole materne ed elementari.

•DICEMBRE 2020. Riapertura di cinema e teatri

•MARZO 2021 RIAPERTURA DISCOTECHE E STADI

•31 MARZO 2021 RIAPERTURA DEi CONFINI E FINE DI OGNI LIMITAZIONE

 

Coronavirus calendario riaperture

Continuate a seguirci su Men’s Enjoy 

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui