CONDIVIDI

Le innovazioni degli ultimi tempi si stanno facendo sempre più raffinate come il face ID, il lettore di impronte integrato all’interno del display e l’intelligenza artificiale che pian piano sta divenendo parte integrante dei nuovi device. Tali innovazioni portano su un piano totalmente diverso i nuovi prodotti che mutano in strumenti sempre più complessi e capaci di agevolarci tanto nella vita quotidiana quanto su quella lavorativa. Display suona

Anche il colosso Google non sta di certo con le mani in mano. Quest’ultimo ha infatti acquisito una Startup emergente che si occupava di gestire in modo curioso le vibrazioni, all’interno dei device. Sembra che l’acquisizione sia avvenuta ad agosto 2017, quindi non in tempo per poter integrare qualcosa di simile nella linea Pixel 2. Nient’altro si sa al riguardo, nemmeno il prezzo di acquisto. Display suona

Redox

Redox, così si chiama la startup, sostanzialmente tramite la gestione delle vibrazioni è riuscita a sviluppare dei display capaci di riprodurre il suono vibrando. La sturtup ha inoltre sviluppato un feedback aptico touch capace di ricreare la sensazione del tasto fisico, sempre attraverso l’uso delle vibrazioni tramite il display.

Secondo TheVerge, che ha avuto modo di dare un’occhiata alle tecnologie sopra citate, il risultato di entrambe le tecnologie è veramente ottimo. In particolare sembra che il feedback aptico dia  veramente la sensazione di un tasto fisico. Sensazione che se non identica di certo molto simile. Display suona

Per rendere meglio  l’idea riportiamo un Tweet dal quale si può apprezzare la tecnologia in questione.

Considerati i trends odierni che mirano a device con display che occupano sempre più superficie, questo significherebbe che il limite fisico di alcuni componenti quali lo speaker potrebbe essere bypassato. Magari proprio in uno dei prossimi Pixel potremo apprezzare qualcosa di questo tipo. Display suona

Prospettive future

In un’intervista Nedko Ivanov di Redox ha detto delle cose molto interessanti a riguardo. In particolare ha affermato che sono in grado di trasformare il display del device in un vero e proprio speaker eliminando la necessità di uno speaker integrato. Leggiamo qualcosa di seguito: Display suona

“We can turn the screen into a high quality loudspeaker, eliminating the need for an embedded speaker”

Ha aggiunto che tale tecnologia agevolerà la qualità costruttiva dei device e la loro impermeabilità ed eliminerà quindi fori inutili migliorando anche la qualità del suono.

“When it comes to mobile phones, we are not only saving valuable real estate and creating a waterproof housing, we are eliminating the need for additional speaker holes and most importantly, improving the audio quality.”

In un mercato in cui i prodotti si stanno sempre più uniformando potrebbe essere una caratteristica non di poco conto. Per la nuova linea Google Pixel potrebbe essere una skill determinante, non non solo sul campo degli smartphone ma anche sul lato dei Pixelbook. Display suona

Per altre novità continuate a seguirci sempre su Men’s Enjoy.

 

Fonte

LASCIA UN COMMENTO