CONDIVIDI
giro d'italia etna

Per il secondo anno consecutivo il primo arrivo in salita del Giro d’Italia sarà posto sul vulcano più alto d’Europa. La sesta tappa del Giro d’Italia 101 si concluderà in cima all’Etna. Da Caltanissetta si arriverà in prossimità dell’Osservatorio Astrofisico attraversando l’inedito versante della Milia. I chilometri saranno 168, con pochissima pianura e molti saliscendi e un’infinità di curve nella prima parte di tappa. giro d’italia etna

giro d'italia etna
L’altimetria della tappa

Dopo l’abitato di Paternò inizia la lunga salita finale che porta all’Osservatorio Astrofisico dell’Etna. Dall’abitato di Ragalna inizia la salita finale di 15 km. Primi 10 km su strada a volte in forte pendenza (fino al 16%) con carreggiata di media ampiezza. Ai 5.5 km dall’arrivo la carreggiata si restringe e si attraversano tratti ristretti nel bosco alternati a tratti su colata lavica. Ultimo chilometro in leggera ascesa tutto in curva fino agli ultimi 150 m rettilinei attorno al 6% (larghezza su asfalto di 6 m).

I precedenti arrivi sull’Etna giro d’italia etna

La Corsa Rosa scoprì l’Etna per la prima volta nel 1967 con la tappa Catania – Etna. Si arrivò al Rifugio Sapienza e ad alzare le braccia al cielo fu Franco Bitossi davanti allo spagnolo Gonzalez Puente, il Giro lo vinse poi Felice Gimondi. giro d’italia etna

Per tornare nuovamente sull’Etna si dovette aspettare più di trent’anni. La seconda tappa del Giro 1989 si concluse a Piano Bottara e a vincere fu Acacio da Silva, che indossò pure la Maglia Rosa.

Nel terzo millennio l’Etna entra prepotentemente tra le salite di punta del Giro d’Italia. Nel 2011 si tornò al Rifugio Sapienza e il vincitore è Alberto Contador davanti al colombiano Josè  Rujano. Quell’anno, per il Giro, fu un anno maledetto: nel corso della terza tappa, a seguito di una caduta, perse la vita il belga Wouter Weylandt. La classifica generale, a seguito della squalifica di Contador, vedrà vincitore Michele Scarponi, tragicamente scomparso lo scorso anno.

giro d'italia etna
Alberto Contador vince sull’Etna, 2011

L’ultima apparizione del vulcano risale allo scorso anno. A vincere sarà lo sloveno Jan Polanc dopo una fuga di quasi 180 km. Il vincitore della generale sarà Tom Dumoulin, primo vincitore olandese del Giro d’Italia.

Ragalna e l’Etna

Ragalna, quattromila abitanti, è il più giovane tra i comuni siciliani ma la fondazione del borgo risale al secolo XI. Denominato “Terrazza dell’Etna” e “Città della Salute”, questo grazioso paese, immerso nel verde, con vasti panorami e aria particolarmente salubre è da secoli meta privilegiata di villeggiatura. Grazie alla fertilità del suolo, di origine vulcanica, possiede dei prodotti agricoli di eccezionale qualità, olio d’oliva, vino, frutti di montagna e verdure selvatiche.

giro d'italia etna
L’Etna

Nella parte montana del territorio comunale, nel cuore del Parco dell’Etna, patrimonio UNESCO, in contrada Serra la Nave – Piano Vetore, si trova la sede Mario Girolamo Fracastoro dell’Osservatorio Astrofisico di Catania dell’INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica). L’Osservatorio a quota 1725 metri s.l.m., ospita i telescopi per astrofisica professionale posti a quota più alta sul territorio nazionale. In questa incantevole cornice è posto l’arrivo della sesta tappa del 101° Giro d’Italia.

Continuate a seguirci su Men’s Enjoy. 

 

LASCIA UN COMMENTO