L’avvento della tecnologia e di Internet hanno senza ombra di dubbio portato una svolta nelle nostre vite, a tal punto adesso da non poterne più fare a meno.Nomofobia cos’è

BoostGrammer

Quante volte ci è capitato di trovarci in un luogo in cui c’è poca connessione o in un luogo in cui non la si può proprio utilizzare? Se c’è chi riesce benissimo a fare a meno della connessione internet per un po’ di tempo, dall’altra parte c’è chi non riesce a farne proprio a meno e viene preso da una sensazione di malessere.

La paura di rimanere sconnessi Nomofobia cos’è

Si chiama Nomofobia, dall’inglese no mobile phone, ed è la paura di non avere il cellulare sempre a portata di mano per comunicare o peggio averlo ma senza poter utilizzare la connessione internet.

Nomofobia cos'è

Siamo con il cellulare in mano e connessi ad internet 24 ore su 24 e sette giorni su 7. Sentiamo l’irrefrenabile bisogno di rimanere connessi per essere sempre aggiornati su tutto ciò che ci circonda e per poter comunicare con le altre persone.

Stiamo lì sempre con il cellulare in mano a controllare notifiche, messaggi, mail, social network, senza mai spegnerlo o scollegarlo da internet, nemmeno quando andiamo a dormire la notte.

Per chi soffre di Nomofobia il cellulare e internet sono diventati una vera e propria dipendenza di cui non possono più fare a meno. Stanno lì a sbloccare e a controllare il proprio cellulare in modo compulsivo, alla ricerca di notifiche, messaggi e notizie anche più volte nell’arco di pochi minuti.Nomofobia cos’è

Se ne rimangono privi vengono assaliti da un malessere psico-fisico. Può sembrare assurdo, ma in assenza di cellulare e connessione ad internet sono diversi i sintomi che si presentano ad una persona Nomofobica.

In assenza di cellulare e connessione un Nomofobico viene preso da attacchi di panico, tachicardia, tremore improvviso, eccessiva sudorazione della pelle, vertigini e difficoltà respiratorie.

Ma non solo, il Nomofobico perde anche lucidità, viene colpito da improvvisi mal di testa e mal di pancia. Risulta particolarmente stressato e anche facilmente irritabile.

Come rimediare?

A soffrire di questa nuova patologia di dipendenza da cellulare e internet sono soprattutto i più giovani e i lavoratori, quella fascia d’età che va dai 16 anni fino ad arrivare a sfiorare anche i 40 anni.

Nomofobia cos'è

A tutto c’è un rimedio e anche i Nomofobici possono ricorrere ad alcune soluzioni per disintossicarsi dal proprio cellulare e dalla propria connessione. Attenzione, non deve essere un distacco repentino e improvviso, ma qualcosa di graduale.

Per disintossicarsi basta non portare sempre il cellulare con sè ovunque si vada, a meno che non sia strettamente necessario. Se si è a casa fa bene lasciare lontano il cellulare per qualche ora. È meglio ritagliarsi dei momenti della giornata in cui dedicarsi alla lettura di notifiche e mail.

La notte bisogna prendere l’abitudine di spegnere il cellulare e quando si stanno praticando delle attività o ci si sta rilassando lo si dovrebbe tenere lontano. Limitando l’utilizzo del vostro cellulare vi permetterà di farne a meno quando non è necessario senza starci per questo male. Continuate a seguirci su Men’s Enjoy.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui