L’arma che fece ruggire i ’20s e fece tremare i nazisti.Thompson M1A1 curiosità

Dai gangster italo-americani alle spiagge della Normandia, il Thompson, in tutte le sue varianti, è stato un vero e proprio simbolo per gli Stati Uniti.Thompson M1A1 curiosità

Arma preferita dai mafiosi di Little Italy e braccio destro dei soldati al fronte, questa pistola mitragliatrice nasce nel 1919, grazie al genio del suo progettista, John T. Thompson. Le sue qualità in tre parole? Compattezza, rateo di fuoco e potenza del proiettile 45 ACP.

Eccovi 7 curiosità sul papà di tutte le SMG!

Thompson M1A1 curiosità

Curiosità

  • Il Thompson fu inventato dal generale John T. Thompson ed è stato inizialmente pensato per la prima guerra mondiale.Thompson M1A1 curiosità
      Il prototipo, soprannominato “Annihilator”, tuttavia, non fece in tempo a vedere i sanguinosi campi di battaglia del primo conflitto mondiale.  Il generale Thompson, quindi, migliorò il progetto, fino a realizzare il primo modello commercialmente fruibile.
  • Il thompson 1921 è il primo modello di Thompson entrato in produzione in media\larga scala. La pistola mitragliatrice poteva far fuoco da tamburi da 50 e 100 colpi o da caricatori da 20 proiettili l’uno. Costo per unità? 200 dollari circa.

    Il sistema Blish? Gimmick inutile

    Uno dei motivi dell’elevato costo di un Thompson è il sistema Blish: questo sistema si basava sulla meccanica dell’attrito tra due metalli diversi (acciaio ed ottone) che costituivano l’otturatore. Tuttavia, i vantaggi apportati dal sistema Blish erano pressochè nulli: più tardi si scoprì, infatti, che l’arma avrebbe potuto funzionare semplicemente col sistema “delayed blowback” (rinculo ritardato) senza che il funzionamento ne risentisse minimamente.

  • Il Thompson fu un disastro commerciale: il cittadino americano medio difficilmente poteva permettersi di spendere 200 dollari per un fucile mitragliatore. I contratti della Auto-Ordinance (società creata dal generale Thompson per vendere e produrre le sue armi) con i corpi di polizia erano decisamente troppo pochi per poter trarne considerevoli profitti.

 

  • Il primo, grosso contratto per la Auto-Ordinance arrivò da parte dei Marines degli Stati Uniti. Il Corpo rimase piacevolmente colpito dalla compattezza e dalla potenza di fuoco del M1921. Tuttavia, la marina preferiva armi con un rateo di fuoco più contenuto. Nacque così il modello M1928, il cui rateo di fuoco venne ridotto da 950 ad 800 colpi al minuto.

 

  • Nonostante fosse stata pensata come arma da guerra, il Thompson (nelle sue varianti M1921 e M1928) divenne tristemente famoso come “l’arma dei Gangsters”. Il prezzo elevato di questi mitragliatori, infatti, non scoraggiava i mafiosi italo-americani più facoltosi, i quali ne fecero uso in diversi atti criminali per tutti gli anni ’20, ’30 e ’40. Non per nulla, uno dei nomignoli dei modelli M1921 e M1928 è proprio “Chicago Typewriter” (macchina da scrivere di Chicago).

    Le tre revisioni durante la seconda guerra mondiale

    In tempo di guerra, si cerca di risparmiare il più possibile. Durante la seconda guerra mondiale, il Thompson subì ben tre revisioni:Thompson M1A1 curiosità

  1.  Modello M1928A1: entrato in produzione negli ultimi mesi del 1941. Prevedeva una semplificazione nell’impugnatura frontale (non più “a pistola”, ma “a stecca”) e il passaggio dalla brunitura al trattamento Du-Lite per i metalli.
  2. Modello M1: Il più raro dei Thompson. Venne prodotto in piccole quantità nel 1943. Il rateo di fuoco venne abbassato a circa 700 colpi al minuto, il castello superiore completamente ridisegnato e la leva d’armamento posta sul lato destro del castello. I costi di produzione vennero quasi dimezzati.
  3. Modello M1A1: L’ultimo, vero Thompson. Entrò in produzione sul finire del 1943 e rimase in servizio fino alla fine del secondo conflitto mondiale, venendo utilizzato anche in Corea e in Vietnam. Le differenze con il modello M1 erano marginali: Nuovi selettori ed un otturatore semplificato permisero al governo di risparmiare qualche dollaro.

Un simbolo storicoThompson M1A1 curiosità

Sebbene il Thompson sia un’arma ormai caduta quasi nel dimenticatoio, rimane comunque una preda ambitissima per tutti i collezionisti ed un simbolo storico indimenticabile.

Continuate a seguirci su Men’s Enjoy

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui