Ebbene sì cari lettori, dopo la quarantena e la pandemia in sé, quando tutto sarà finito, ma anche durante e quindi adesso, il rischio di sviluppare varie malattie mentali è appurato. A dichiararlo pubblicamente è stata la rivista The Lancet Psychiatry, formata da un gruppo di esperienti globali. Coronavirus picco malattie mentali

L’emergenza Covid-19 Coronavirus picco malattie mentali

Quando l’emergenza da Covid sarà finita, non potremo dire lo stesso sui problemi mentali che ad esso sono collegati. Sarò necessario pertanto, a scopo preventivo, trovare dei rimedi per ridurre il problema e fermare i suicidi che dalla pandemia sono causati.

I vari rischi psicologici

Secondo quanto detto dalla rivista sopra citata, vi è la possibilità di sviluppare almeno uno dei vari e infiniti problemi psicologici che verranno elencati a seguito. La pandemia può portare ad un aumento di suicidi, causati non solo dalla depressione e solitudine, ma anche dai problemi finanziari, dalle violenze domestiche, dall’eccessivo uso di alcol (non quello etilico). È per questo che si ritiene necessario l’aiuto di professionisti che riescano a bloccare tali pericoli, anche solamente l’uso delle video-chiamate. Ovviamente quelli più a rischio sono quelle persone che già prima della pandemia soffrivano di qualche problema psicologico. Una cosa è certa: la pandemia renderà tutti molto più vulnerabili e stressati.

Il caso Sars Coronavirus picco malattie mentali

Anche in passato, dopo la Sars, avvenuta nel 2002-2003 vi è stato un aumento considerevole di persone affette da depressione e ansia e ovviamente insonnia. I disturbi sembrano colpire maggiormente i giovani e le donne, i meno soggetti sono invece i bambini soprattutto se maschi.

L’isolamento Coronavirus picco malattie mentali

L’isolamento può portale ad uno sfasamento totale dei ritmi della giornata, ritmi del sonno e dell’alimentazione. Fondamentale è continuare a coltivare i rapporti umani, anche se a distanza.

Coronavirus picco malattie mentaliI sintomi più frequenti ed evidenti

La pandemia e la quarantena porta soprattutto alla depressione, squilibri alimentari e alterazione della fascia del sonno. Molti cominceranno a vivere di notte e dormire di giorno, molto mangeranno continuamente e senza muoversi i rischi di infarti e trombosi, sono dietro l’angolo, oltre che l’obesità, è chiaro. Anche la vista sarà molto messa a rischio a causa del continuo utilizzo di pc e cellulari, per tale motivo è consigliabile per lo meno utilizzare il filtro “protezione occhi”.

Coronavirus picco malattie mentali

Continuate a seguirci sempre su: Men’s Enjoy

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui