CONDIVIDI
Huawei dorso mano

Chi ha già uno smartwatch può capire i fastidi che a volte ne derivano nel controllarlo direttamente dal piccolo display. Le case infatti hanno migliorato quest’aspetto negli ultimi anni inserendo delle “scorciatorie”, come le funzioni associate alle ghiere che ruotano, o alcuni tasti/gesture, volte ad una migliore gestione del device.

Huawei ha fatto un passo avanti e ha brevettato un nuovo smartwatch, che potrà essere gestito attraverso il dorso della mano. Se un domani questo brevetto fosse trasformato in qualcosa di concreto, molto probabilmente risolverebbe alcuni problemi di usabilità in questo tipo di prodotti.

Caratteristiche del brevetto

Lo smartwatch sarà corredato da un insieme di sensori ad ultrasuoni e ad infrarossi capaci di rendere sensibili quattro aree attorno allo stesso prodotto. Le varie gesture che si effettueranno all’interno di quelle quattro aree saranno quindi recepite dal prodotto che effettuerà la funzione assegnata. In un certo senso è come se si riproducesse il display.

Il dorso della mano è una di queste aree, forse la più comoda, e da li potranno essere operate delle gesture che il device recepirà. Anche se il dorso dovrà mantenersi nella stessa linea del braccio e dello smartwatch, le gesture contrariamente potranno essere effettuate anche con il dito sollevato dalla superficie del dorso. I dati dei movimenti verranno captati dai sensori, convertiti dallo smartwatch il quale quindi recepirà la funzione esatta. Huawei dorso mano

Considerazioni Huawei dorso mano

Sarebbe una funzione non di poco conto che non solo faciliterebbe l’usabilità propria del prodotto ma amplierebbe anche le occasioni di utilizzo. Pensate ad esempio di dover rispondere ad una chiamata con le mani sporche, basterà fare un doppio tap sul dorso per rispondere alla chiamata. Anche sull’aspetto della messaggistica farebbe la sua parte. Spesso infatti la tastiera querty sul device risulta essere veramente troppo piccola, in questo caso basterebbe digitare le rispettive gesture, o semplicemente con un tap prolungato sul dorso mandare ad esempio una nota vocale (se fosse contemplata questa funzionalità). Huawei dorso mano

Ovvio che un brevetto non è altro che un aspetto prettamente burocratico che a volte non porta realmente ai prodotti designati dallo stesso documento. Altre volte se viene convertito in qualcosa di concreto di certo non senza modifiche. Avere un brevetto però comunque ci fornisce delle informazioni generali, di dove si sta volgendo il mondo della tecnologia e noi siamo curiosi di vedere quali saranno i risvolti futuri. Huawei dorso mano

Per rimanere aggiornati su questi aspetti e su tante altre informazioni, continuate a seguirci sempre su Men’s Enjoy. Seguiteci anche sulla nostra pagina facebook per tantissime altre news.

LASCIA UN COMMENTO