CONDIVIDI
luce blu danni

Ecco alcuni consigli utili per salvare la tua vista

Tutti quanti oggi utilizziamo smartphone e computer sia per lavoro che per svago, ma abbiamo pensato agli effetti che questi devices provocano alla salute dei nostri occhi?

Ormai è del tutto normale e automatico usare il computer per molte ore al giorno ma, spesso per ovviare ad alcune problematiche, si scelgono delle vie più pratiche che però alla lunga risultano più dannose che benefiche: uso di lenti di scarsa qualità, colliri senza prescrizione medica.

danni luce blu

Questi accorgimenti assolutamente negativi non solo faranno aumentare il vostro astigmatismo (qualora lo aveste già), ma anche si rischia di far diventare sempre più secco l’occhio.

In questo articolo si intende dare alcuni semplicissimi consigli per risolvere queste problematiche legate all’uso di diversi devices.

1.Cerca di non stare curvo sul tuo pc, tablet e computer: mantieni una postura quanto più dritta possibile. Ti sentirai meno stanco a fine giornata e la tua schiena ti ringrazierà infinitamente;

2. Evita di stare con il viso troppo vicino al cellulare, mantenete all’incirca la distanza di 60 cm;

3. Importante è anche il luogo dove si lavora: l’illuminazione della stanza dovrebbe essere a tetto e bianca così da irradiare bene tutto l’ambiente. Non usare luci dirette, queste generano riflessi che riduco il contrasto necessario per leggere agevolmente i testi.

4. Sembrerà banale ma questo accorgimento è anch’esso importante: abbiate cura della pulizia dello schermo dei vostri devices;

5. Lavorate in ufficio con il computer? bene l’accorgimento è semplice: tenete la distanza di un braccio teso fra voi e il pc, così avrete tutto lo spazio necessario per poggiare braccia e usare mouse e tastiera;

6. E’ naturale lo sò… evitate assolutamente di strofinarvi gli occhi;

7.Infine, ultimo consiglio, ma non per questo meno importante ed efficace, fate delle pause anche brevi ma cadenzate.

Disturbi ulteriori causati della luce emanata dagli smartphone

Sono sopratutto i giovani o i giovanissimi secondo le ultime ricerche sul campo ad utilizzare il cellulare la notte perdendo in media 1 o 2 ore di sonno a notte a causa della ormai famosa luce blu emessa dagli smartphone.

La luce blu,secondo gli studi esposti da Focus, fa per natura parte dello spettro naturale a cui siamo esposti durante la giornata, ma i nostri devices ne emettono in quantità maggiore rispetto a quanta possono sopportare i nostri occhi che per questo ne risultano danneggiati.

Il motivo della prorompenza di questo tipo di luce è dovuta alla necessità di rendere ben visibile lo schermo anche al sole, pertanto renderla particolarmente intensa è l’unica possibilità.

danni luce blu

 

Sembrerebbe che il 90% dei giovani avrebbero preso un abitudine quasi morbosa verso tutti i social e il web in generale e che quest’ultimi provocano spesso delle emozioni spesso negative e un profondo senso di solitudine.

Sarebbe meglio per tutti eliminare quest’abitudine ormai dilagante di utilizzare in modo quasi frenetico smartphone, tablet e pc, poiché è stato anche dimostrato che le lunghezze d’onda emanate dai dispositivi incide  sui ritmi cardiaci oltre che alla naturale fisiologia del sonno.

Bhè che dire… usciamo di più la sera piuttosto che rimanere sul divano incollati allo smartphone!

Seguiteci su Men’sEnjoy

danni luce blu

danni luce blu danni luce blu danni luce blu

 

luce blu danni

luce blu danni luce blu danni luce blu danni luce blu danni luce blu danni luce blu danni luce blu danni

 

LASCIA UN COMMENTO