CONDIVIDI
moto elettriche tesla

Di macchine elettriche ne è ormai pieno il mondo. Di moto, in verità, ancora no.

E pare proprio che la Tesla non abbia intenzione di produrne.

Motivo per il quale, ad esempio, Mohanraj Ramaswamy, ex-ingegnere dell’azienda di Silicon Valley, ha deciso di tornare in patria (India) e di avviare una start-up per la produzione di due ruote elettriche.

Il rifiuto moto elettriche tesla

Ma perché Tesla allontana l’idea di produrre moto?

moto elettriche tesla

Un anno fa all’assemblea degli azionisti, Elon Musk diede una chiara risposta a una domanda sull’eventualità che l’azienda potesse costruire due ruote elettriche: “no way“.

In realtà, la domanda del giornalista era soltanto una mera curiosità sull’abbigliamento vagamente biker con il quale Musk si era presentato sul palco. moto elettriche tesla

La cosa che però lasciò adito a molti dubbi fu la, presunta, motivazione di questa scelta: “A 17 anni ho rischiato di morire schiantandomi con un TIR – ha raccontato il patron – quindi niente moto per Tesla“.

Un motivo valido, ma forse banale? Potrebbe trattarsi di una scusa dietro la quale nascondere la convinzione che il business delle moto elettriche non è abbastanza profittevole per il tycoon di Pretoria.

Anche se, in fondo, Tesla per lui è solo una piccolissima parte dell’universo dei suoi ricchissimi campi d’azione: da SpaceX alla produzione e stoccaggio di energia elettrica.

La debolezza

Sappiamo, comunque, che Tesla è legata a prodotti premium e tecnologicamente over the top.

Quindi, costruire una moto elettrica avrebbe senso solo se si trattasse di un veicolo altamente innovativo.

moto elettriche tesla

Ma se per le auto a trazione elettrica il mercato è già abbastanza maturo, in ambito motociclistico la tecnologia e, sopratutto, il motociclista forse non sono pronti al 100%.

La Harley-Davidson Livewire, però, ha già azzardato a tal proposito. Pertanto, se Elon Musk e Tesla volessero inserirsi, sarebbero, chissà, ben accetti.

Strano, poi, pensare che il patron, bullizzato a scuola, capace di leggere l’intera Encyclopedia Britannica, imparare il Basic in 3 giorni (a 11 anni), fondare PayPal e progettare di morire su Marte, abbia semplicemente paura delle moto.

Per tutte le altre aziende, dunque, diventerebbe un gioco da ragazzi battere Musk proprio su questo campo.

L’alternativa

Così Mohanraj Ramaswamy ha fondato la Srivaru Motors con l’obbiettivo di produrre una motocicletta – chiamata Prana – elettrica ad alte prestazioni.

L’unica foto del prototipo, intanto, mostra un telaio KTM Duke 390 dotato di motore elettrico, con l’intenzione di produrre, infine, una due ruote con 35 Nm di coppia e 160 kg.

I risultati sarebbero 0-60 km/h in meno di 4 secondi e una velocità massima superiore ai 100 km/h, con un’autonomia di 125 km circa grazie alle batterie Li-ion.

Il prezzo? Allineato a quello delle moto di piccola cilindrata presenti sul mercato indiano.

Per restare aggiornati sull’argomento, continuate a seguirci su Men’s Enjoy!

moto elettriche tesla moto elettriche tesla moto elettriche tesla

LASCIA UN COMMENTO