CONDIVIDI
Scandalo FIFA 20

Lo scandalo è venuto fuori grazie a Nick “RunTheFutMarket”, un rispettabile giocatore di FIFA, che ha divulgato la notizia grazie ad un video. Scandalo FIFA 20

In tale video compaiono chiaramente degli screenshot di una discussione tra alcuni top player di FIFA.

Questi si erano riuniti per potersi accordare bene sullo svolgimento delle partite e averne così la facile vittoria, evitando degli scontri diretti.Scandalo FIFA 20È chiaro a tutti ormai notare come i comportamenti scorretti purtroppo non si trovano solo nel calcio reale, ma anche in quello virtuale!Scandalo FIFA 20

Ma questa volta non si è trattato solamente di qualcuno che utilizzava cheat per avere la meglio nel gioco, ma di una vera e propria rete costituita da giocatori professionisti di FIFA 20.

Weekend League

Chi è abituato al gioco di simulazione calcistica Electronic Arts, sa che all’interno del titolo calcistico di EA Sports è presente una modalità chiamata Weekend League.

Bene, tale modalità consente ai giocatori di disputare un totale di ben trenta partite.

Vincere tutte e 30 le partite significherebbe arrivare quindi tra i primi cento in classifica e guadagnare così varie ricompense: preziosi pacchetti, carte speciali e crediti di gioco; insomma oggetti di gioco utili a migliorare le statistiche.

Brutte Conseguenze Scandalo FIFA 20

Il gesto di scandalo ha portato all’intervento diretto di Electronic Arts, che ha punito con due sospensioni per la qualificazione della Global Series di EA SPORTS FIFA 20 uno dei giocatori coinvolti, ovvero NYC Chris.

Sebbene sia positivo che EA abbia preso provvedimenti, appare molto strano, nonché demotivante, che solo una persona sia stata sospesa per una pratica che includeva chiaramente molti più colpevoli giocatori.

Probabilmente ci saranno altri risvolti di questa brutta vicenda, soprattutto per quanto riguarda l’identità di tutti i giocatori coinvolti, ma per adesso e per nuove info, Scandalo FIFA 20

continuate sempre a seguirci su Men’s Enjoy.

 

LASCIA UN COMMENTO