CONDIVIDI
starbucks accetta bitcoin

Bitcoin: è ormai la nuova frontiera degli acquisti. Tanto che molti brand famosi stanno aprendo ai pagamenti con la valuta virtuale.

Tra questi, Starbucks. I clienti, infatti, potrebbero presto acquistare così il caffè o gli altri servizi consumati.

Ad annunciarlo è la stessa società, grazie a una nuova collaborazione con due aziende chiave nei settori informatico e bancario.

starbucks accetta bitcoin

La notizia segue solo di pochi giorni la partnership con Alibaba.

Il colosso dell’e-commerce di Pechino consegnerà, così, il caffé del marchio statunitense a domicilio su gran parte del territorio cinese. starbucks accetta bitcoin

I dettagli starbucks accetta bitcoin

Secondo Starbucks, innanzitutto, l’apertura al Bitcoin è fondamentale se l’intento è puntare sull’innovazione, e offrire ai clienti una vastità di soluzioni che riguardano anche i diversi modi per pagare.

La società ha recentemente annunciato la collaborazione con Microsoft e Intercontinental Exchange, che consentirebbe, dunque, l’utilizzo delle criptovalute per acquistare articoli nei negozi.

Da questo sodalizio, nascerà una piattaforma del tutto inedita, Bakkt, che ha come scopo quello di permettere agli utenti di detenere valuta virtuale e scambiarla per prodotti.

Non sarà, pertanto, Starbucks ad accettare direttamente la criptovaluta, ma l’applicazione si occuperà di trasformarla in dollari USA.

starbucks accetta bitcoin

Bitcoin diventa, dunque, una vera e propria valuta alternativa, nonostante l’instabilità che l’ha portata dai 20.000 dollari del dicembre scorso ai 7,400 attuali.

Bakkt arriverà a novembre, ma non si sa ancora quando Starbucks sarà in grado di accettare pagamenti in criptomonete.

Intanto la società chiarisce, con un comunicato stampa:

Al momento, stiamo soltanto annunciando il lancio di un sistema per trading e conversione di Bitcoin.

Continueremo tuttavia a discutere con clienti e organi di regolamentazione, osservando l’evoluzione del settore“.

Il passato

Già nel 2011, comunque, l’azienda americana fu la prima ad accettare i pagamenti tramite cellulare.

Adesso il Bitcoin, che potrebbe aiutare a legittimare ancor più l’universo delle monete digitali, garantendogli credibilità.

In precedenza, in realtà, anche Overstock, Expedia e la stessa Microsoft avevano concesso ai propri clienti la possibilità di acquistare prodotti online pagando in valuta virtuale.

Curiosi di provare? Non perdete tempo allora, se ne avete l’opportunità.

E continuate a seguirci su Men’s Enjoy!

starbucks accetta bitcoin starbucks accetta bitcoin starbucks accetta bitcoin

LASCIA UN COMMENTO